Menu Chiudi

Juventus-Lecce Le probabili (in)formazioni

Il gioco è sempre lo stesso: indovina le idee di Conte.

Advertisment

Il gioco è per metà semplice: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Vidal, Pirlo, Marchisio, Vucinic. Questi nomi qui ci sono sempre e non vengono inseriti nel totoformazione. Colonna portante bianconera, con due soli stranieri. Buoni per il 4-4-2, il 4-3-3, il 3-5-2 e qualunque altra cosa aveste in mente.

Ma indovinate gli altri!

Advertisment

Passando alle cose serie. L’assenza di Simone Pepe sembra dirottare Conte verso la conferma del 3-5-2. Anche per i soliti motivi di pressing e dominio territoriale che piacciono molto all’allenatore della Juve. Inoltre il tecnico bianconero sembra aver trovato nuove e diverse soluzioni con l’asse Vucinic e Pirlo operanti costantemente nel cuore del campo.

La ritrovata condizione di Borriello, il rientro di Quagliarella, danno al Mister ottime soluzioni ed alternative con questo modulo. Inoltre si può contare sull’inesauribile spinta sulle fasce grazie ai polmoni di Estigarribia, De Ceglie, Lichtsteiner e Caceres. Quattro uomini che la Juve non aveva da tantissimo tempo, comprendendo anche Giaccherini che si è disimpegnato alla grandissima nel match di domenica contro il Novara.

I favoriti, per ragioni di turnover, sono Caceres per la fascia destra e De Ceglie per quella sinistra. Non ci stancheremo di far notare la strepitosa crescita di Paolino De Ceglie.

Davanti, per ragioni di fiato, dovrebbe partire Quagliarella che ha dovuto saltare per squalifica la penultima gara esterna. Resta lo sfizio di esultare, ancora una volta, per un rete di Borriello, l’ennesima scommessa vinta da Antonio Conte.

Juventus-Lecce: il 3-5-2 di Antonio Conte

Juventus-Lecce: il 3-5-2 di Antonio Conte

Advertisment