Menu Chiudi

Juventus-Napoli 2-0 Gli episodi che ti cambiano una gara PAGELLE

Lo scontro diretto, pompato all’ennesima potenza dai giornalisti, ha visto una gara molto tattica. Praticamente le due squadra non hanno rischiato quasi nulla: il tiro di Giovinco nel primo tempo, e il salvataggio di De Sanctis nel secondo tempo sono state gli unici interventi degli estremi difensori. La differenza l’hanno fatta gli episodi: i cambi sono stati perfetti, due riserve hanno segnato un gol ciascuno. Fortuna e bravura.

Advertisment

Storari: praticamente inoperoso, grazie ad una grande difesa. Sulla punizione di Cavani non avrebbe potuto nulla. VOTO 6

Barzagli: grandissima prova, argina completamente Cavani e domina di testa. VOTO 7

Bonucci: bravo a impostare, resiste dopo una brutta botta, e resta in campo stoicamente. Nessun particolare compito di marcatura. VOTO 6,5

Chiellini: come Barzagli, vince il duello con Pandev: il macedone inesistente, a parte quando lo salta nel secondo tempo nell’unica azione pericolosa del Napoli. VOTO 6,5

Pirlo: bravo a smarcarsi, splendido il lancio che trova Matri nel secondo tempo. Molto positivo dopo il breve periodo no. VOTO 6

Vidal: l’unico sotto tono, da un pò di gare. Un’ammonizione sciocca, non trova mai la posizione giusta. Spesso perde palla quando si intestardisce per saltare l’uomo. VOTO 5

Advertisment

Marchisio: forse l’unico del cantrocampo, insieme ad Asamoah, a fare qualcosa in più. A parte il bolide a fine primo tempo, quando trova un pò di libertà dimostra di poter affondare. Bella la finezza sulla linea di fondo, nel secondo tempo. VOTO 6,5

Asamoah: blocca Maggio, in un duello che continua a vincere anche dopo Pechino. Quando è in possesso è l’uomo più pericoloso della Juve. Prende un paio di botte, esce per precauzione. VOTO 7

Lichtsteiner: dalle sue parti si attacca non a pieno regime, complice Zuniga che lo tiene bene. La sua fascia è bloccata, niente da segnalare. VOTO 6

Quagliarella: viene incontro, e lo fa anche benino, prendendosi un paio di calcioni per proteggere palla. Ma per me non raggiunge la sufficienza. VOTO 5,5

Giovinco: vuole dimostrare di meritare, e gioca una buonissima partita. Nello stretto mette in crisi i difensori avversari, un tiro dopo due minuti, un’occasione sciupata, e poi mette lo zampino nel secondo gol: dal suo tiro deviato nasce il gol di Pogba. VOTO 6,5

Matri: rileva Quagliarella, ma non si fa notare. VOTO 5,5

Caceres: al posto di Asamoah, ha il merito di sbloccare il risultato nell’unico modo col quale si poteva fare. Dopo Milan e Inter, in gol col Napoli. VOTO 7

Pogba: oltre al gol stupendo, dimostra ancora una volta personalità addentrandosi nel centrocampo avverso. Se si porta così, diventerà un grande. VOTO 7

Advertisment