Menu Chiudi

Juventus – Parma / L’albero di Natale è servito, senza Pirlo

Chiariamo subito: Pirlo ha recuperato una botta alla coscia che lo terrà fuori per i prossimi cinque giorni. E sa che c’è: è un bene, così salta la Nazionale. Pensiero cattivo.

Advertisment

Senza Pirlo, la regia sarà affidata a Marchisio, come prospettavamo ieri parlando del cambio di modulo. Centrocampo muscolare, in grado di supportare il terzetto che opererà là davanti. Con due sorprese.

La prima è l’impiego di Pereyra. Allegri non si è fidato quindi dei tre punteri e ne schiererà comunque solo due: Tevez e Llorente. Come a dire: la prudenza non è mai troppa.

Advertisment

La seconda sorpresa è Romulo titolare, accanto a Marchisio e a Pogba. Ciò vuol dire che Vidal resta in panchina? Avrebbe quanto meno del clamoroso, dopo il rigore sbagliato in Champions e con nessuna news dall’infermeria sul cileno.

Arriva a Torino un Parma rinfrancato dalla sfida con i nerazzurri. E poi daremo un occhio ai cugini granata impegnati contro la Roma.

Secondo Allegri, per il discorso scudetto, non è ancora finita per Napoli, Lazio e via così. Poteri della dialettica.

[box type="note" style="rounded"]E i tifosi sempre più attenti nello studio e nell’analisi di Allegri: secondo voi la formazione è corretta? Che cambi avreste fatto rispetto a martedì sera?[/box]

Advertisment