Menu Chiudi

Juventus – Roma 3 – 2 / Finché ci sarà la Juve… tutti dietro!

Ha ragione Francesco Totti: “Finché ci sarà la Juve noi arriveremo sempre secondi”. Vero, verissimo. E lo scriva per bene sulla pietra, nella memoria, ovunque. Soprattutto negli almanacchi. Violini e racchette non servono. La Juve è sopra e ha già provato a dare una forte strattonata alla Serie A. Juventus 18, Roma 15, staccate Milan (11), Napoli (10) e Inter (8).

Advertisment

Distanze da colmare già proibitive per le milanesi e gli amici di Pulcinella. Perché questo dovrebbe essere il tono con cui conviene scrivere simili articoli.

La Juve prova ad andarsene, con la forza del gruppo, magari con meno esasperazione di gioco come con Conte in panchina, ma i risultati fin qui non sono per nulla da buttare.

Advertisment

Non accenneremo alle polemiche: francamente futili, ridicolizzabili alle battute di Garcia. Cominci a imparare la chitarra: è più divertente del violino e permette più agevolmente di cambiare musica.

I commenti non li risparmiamo. Juve troppo sorniona, ai limiti della pigrizia tecnica: poco incisiva coi centrocampisti (ormai sono due partite che soffriamo tratti del match in quella zona del campo, che è stata sempre a nostro appannaggio), con un Llorente in meno (lo spagnolo è in debito di condizione e di tiri in porta), e con una manovra molto lenta. Avevamo lanciato la paura dello stress, cosa che puntualmente è avvenuto: Pogba che non ha giocato da Pogba, Marchisio ovviamente stanco, Pirlo al rientro non al 100%, Vidal non ancora in perfette condizioni, e Pereyra in panchina. La lettura delle formazioni di Allegri non ha brillato negli ultimi due match.

E ora contiamo i pezzi recuperati (per Pirlo c’è spazio per mettere minuti d’allenamento), i pezzi che andranno via (compreso Vidal: qui la Juve dimostra veramente zero potere politico) e i pezzi che perdiamo (Barzagli 1 mese, Caceres chissà per quanto).

Lecchiamoci le ferite, ma godiamoci il primato solitario e l’ennesimo record messo in cassaforte (22 vittorie consecutive in casa).

Advertisment