Menu Chiudi

Juventus-Roma Conte sorprende tutti?

Ci sono poche certezze stasera. Una è il modulo che Conte utilizzerà: il 3-5-2. L’altra è l’impiego di Vucinic: imprescindibile per talento ed efficacia. L’altra ancora è la difesa, comprendendo Gigi Buffon.

Advertisment

Tutto il resto è nel calderone tattico di Antonio Conte. In realtà Marchisio e Vidal sono certi del posto, e ci mancherebbe, ma accanto a loro potrebbe cambiare tutto, molto o poco. Asamoah potrebbe osservare qualche minuto di riposopartendo dalla panchina. Martedì necessita di forze e della prima vittoria in Europa, ragion per cui toccherà a De Ceglie.

Juventus-Roma: le scelte di Antonio Conte

Juventus-Roma: le scelte di Antonio Conte

: lo svizzero sembra favorito, ma occhio al cileno che potrebbe diventare l’arma in più della Juve sulla fascia.

Advertisment

Pogba o Pirlo? Pirlo o Pogba? Molti si sono divertiti a costruire una fantasiosa polemica su Pirlo. Perfino il Direttore Jacobelli è cascato in questo tranello. Probabilmente avrà attirato qualche visita in più, ma la lettura del suo articolo non è stata pari ai suoi altri editoriali. Scontato, banale, perfino inutile nella sostanza. TuttoJuve ha sostanzialmente riscritto una nostra idea basandosi sul merito e il pragmatismo: felici di aver ispirato la redazione del vicedirettore Pavan. E sono proprio questi i concetti che hanno permesso a Conte di stravincere un campionato e presentarsi come favorito in quello attuale. Pragmatismo e merito.

In questo momento Pirlo appare affaticato, quanto meno non lucido. Troppi passaggi orizzontali, forse dettati dallo scarso movimento attorno a lui. Poche giocate degne di Pirlo, molti dribbling non tentati. Il compitino, da 6 per carità, ma Pirlo ha abituato e deve abituare ad altro. Altrimenti è molto meglio insistere su Pogba che garantisce maggiore fisicità in mezzo al campo. Ed è questo il dubbio di serata: il francese o il genio in cerca della forma migliore?

Altro dubbio amletico è in attacco. A Torino suggeriscono di monitorare la situazione Bendtner. Chi ha la fortuna di assistere agli allenamenti descrive il danese come un ragazzo che sta mettendoci l’anima e il cuore, che ha già asciugato gli addominali, e che sgomita molto volentieri coi compagni: stile di gioco che servirebbe molto a Conte là davanti. Ecco perché arriverà prima o poi il suo momento. Già stasera? Dubitiamo solo per ragioni psicologiche: vorrebbe dire umiliare Matri. Ma ecco che torniamo al punto precedente: non possiamo aspettare nessuno, ci serve gente pronta, capace, subito in partita. Paradossalmente garantirebbe più Bendtner di Matri, ma Conte saprà di certo scegliere l’attaccante giusto.

Advertisment