Allegri contro Garcia. Vale a dire: la nuova vecchia Juve contro una Roma indiscutibilmente in crescita. O ancora: una Juve in cerca di rivincita contro una Roma in cerca di conferme.

Advertisment

Presentatela come volete, oggi pomeriggio si gioca la sfida delle sfide. L’anno scorso il record giallorosso ha voluto significare arrivare dietro di 17 punti. Quest’anno le due formazioni viaggiano in piena sintonia, a punteggio pieno, e con tanta voglia di staccare il più in fretta possibile l’avversario di turno.

C’è la Champions di mezzo, ma obiettivamente non sta apportando problemi. Non bisogna ovviamente incappare nell’errore di appaiare i due cammini tentando di sintetizzarne le differenze assolute fra le due squadre.

Advertisment

Tevez contro Totti, ma non solo. E’ una sfida fra le difese meno battute del campionato, vale a dire oggi segnare sarà dura. E’ anche una sfida di condizione: Iturbe recuperato, Pirlo non ancora; De Rossi acciaccato, Barzagli ancora fuori.

La speranza è che le polemiche stiano fuori dai giudizi finali fra una dicotomia di campionato ormai acclarata: Roma e Juve, Juve o Roma.

Una cosa su cui entrambi i tecnici hanno le idee molto chiare: non è, non sarà e non può essere una sfida decisiva per lo scudetto. Di certo, in questo preciso periodo della stagione, lo è per il morale.

Ore 18. Juventus Stadium. Supersfida Juventus-Roma. Vinca il migliore.

Advertisment