Menu Chiudi

Kutuzov il nuovo Carobbio. Sarà il nuovo Eroe Nazionale del Calcioscommesse?

Stamattina, leggendo in un blog di Fratelli Juventini, mi imbatto in una notizia proveniente da Bari: Kutuzov, Vitalii (o Vitaly) Kutuzov, ex-Parma e Milan, accusa Conte di essere al corrente della combine contro la Salernitana della stagione 2008-09.

Advertisment

Il bielorusso avrebbe affermato, in un interrogatorio del 20 agosto (che spunta, guarda un po’, proprio dopo la riduzione di squalifica di Conte, dopo il suo deferimento per la conferenza stampa e il giorno prima della partita contro il Napoli come in occasione della squalifica il giorno prima della Supercoppa), secondo quanto riporta il Corriere (quello RCS, non quello roman-napoletano), che gli stessi giocatori (lui compreso) sarebbero andati da Antonio Conte per informarlo che volevano lasciare la partita alla Salernitana per via di amicizie coi giocatori della squadra avversaria in quanto ex-compagni.

Prima di tutto, conoscendo il temperamento di Antonio, fosse vera una cosa del genere, mi sarei immaginato la sua reazione. Ma forse, se Conte in persona dicesse la reazione che avrebbe avuto se gli avessero detto una cosa del genere, non sarebbe credibile. Eh, si, perché quest’estate abbiamo imparato che il più credibile è Carobbio, che parla di Conte che annuncia la combine davanti a 30 persone o che esclude Mastronunzio per la presunta combine con l’Albinoleffe. Perché lui è “Pippo”, quindi tutto sa in quanto pentito. Conte? Conte no: è Juventino. E chi è Juventino è ladro e bugiardo a prescindere…

Torniamo a ciò che ha detto Kutuzov. Leggendo queste cose, ho pensato subito al classico biscotto di fine anno. Perché non si parla di “aggiustarla” per una vincita in termini di denaro sporco, ma di lasciare la partita agli ex-compagni perché si era amici. E quindi, di che staremmo parlando?

Il giocatore bielorusso è stato smentito già da Lanzafame ed Esposito (eh, ma Lanzafame è Juventino; vuoi mettere?). Insomma, qui si ritorna all’estate scorsa, si ritorna al “pentito immacolato ed intoccabile” Carobbio e al Conte colpevole perché non poteva non sapere in quanto Juventino e accentratore.

Advertisment

La notizia arriva, curiosamente, dopo che si parlava di archiviazione di Conte a Bari. Insomma, Palazzi non aspettava altro che un nuovo “Eroe Nazionale à la Carobbiò” per far scattare un nuovo deferimento ai danni di Conte. Già mi immagino il soprannome che daranno a questo ragazzo di 32 anni, una volta entrato nell’ufficio di Palazzi: “Oh, Vitale, torna un attimo a firmare”; “Vita, ti sei dimenticato la firma”“A Vità, vien a ccà ppè a firma: la capa che tene, ‘o guaglione ah ah ah..”.

Vedremo quanto ci metterà, Palazzi, visto che Abete, nei giorni scorsi, aveva affermato la volontà di voler portare a 15 giorni il tempo massimo che ha un Procuratore Federale per deferire un tesserato.

Adesso, dovremo nuovamente sorbirci servizi del Tg3, articoli della Gazzetta, di Ziliani et similia sulle omesse denunce criminali di Conte.

Io penso male: vedendo che Kutuzov ha vestito la maglia del Milan, chissà che non l’abbia mosso qualcuno di sua vecchia conoscenza ad accusare Conte; che so: qualcuno che ritira la squadra per i riflettori dello stadio; ma soprattutto quel qualcuno che lo scorso 25 febbraio è sceso negli spogliatoi, si è sentito dire le cose (come stanno) in faccia dal Nostro Allenatore ed allora ha deciso di condannarlo.

Però il mio è solo pensar male. Sapete: sono il malafede, ma proprio in malafede a pensare cose così. Però si usa anche dire “A pensar male si fa peccato, ma spesso si azzecca”.

Advertisment