Menu Chiudi

La classe non è acqua: l’indignazione del sito ufficiale dell’Inter!!

Pensavo fosse solo uno scherzo. Mi spiego meglio: mi hanno segnalato questa pagina e mi sono fatto due grasse risate. Poi però mi hanno ripetuto un concetto: “guarda che non è uno scherzo!”.

Advertisment

E non è uno scherzo, no!

Indignazione Inter

La società più onestà del mondo, almeno secondo la curiosa interpretazione del suo presidente che dovrebbe rispondere di bilanci falsi, ricettazione passaporti, scudetti truccati, federazione sotto scacco e via così, si permette sul proprio sito ufficiale, quindi attraverso un canale importante, di rendersi ridicola attraverso esternazioni molto pericolose.

Advertisment

Il pericolo è anche semplice da capire: stavolta non c’è Moggi, dunque???

A meno di ricondurre il problema ancora a Torino, svolta bianconera, qui c’è da chiarire un concetto: gli arbitri sbagliano per dolo o sbagliano perché è umano sbagliare e questo calcio, con le sue regole, li mette ancor di più in difficoltà?

Occhio alla risposta, perché da Napoli sono arrivati segnali inquietanti. C’erano arbitri che addirittura non dovevano sbagliare a favore di una squadra e arbitri che si incontravano con dirigenti in orari di chiusura di locali appartenenti ad altri dirigenti… eppure quella squadra vinceva. Contro questi magheggiamenti da quattro soldi. Quella squadra vinceva perché forte, perché organizzata.

Inoltre è troppo facile indignarsi quando l’episodio gira contro, non alzare la voce quando a indignarsi sono altre società, e far finta di nulla quando gli episodi sono a favore. Troppo facile, troppo poco elegante.

Tant’è… la classe non è acqua!

Advertisment