Menu Chiudi

La sconvolgente dichiarazione di Bergamo: “Facevo ciò che mi indicava la FIGC”

Bergamo è stato condannato dalla Corte dei Conti a risarcire la FIGC di 1 milione di euro per danni all’immagine, in merito ai fatti relativi a Calciopoli.

Advertisment

Bergamo ha comunicato che ricorrerà fino all’ultimo grado di giudizio e che,  se necessario, rinuncerà alla probabile prescrizione per vedere riconosciuta la propria innocenza.

Rinunciare alla prescrizione?

Bergamo-Moratti 1-0.

Il corrotto rinuncia alla prescrizione. L’onesto no.

Bergamo chiarisce : “Ho seguito e messo in atto le indicazioni che la stessa Federazione ci dava per mantenere buoni rapporti con i presidenti dei club”.

La dichiarazione è pesantissima.  Sconvolgente.

Ora noi pretendiamo di sapere da Bergamo e dalla FIGC quali erano le indicazioni che la Federazione dava e che Bergamo seguiva e metteva in atto per mantenere buoni rapporti con i presidenti dei club.

Advertisment

Non lo pretendiamo per curiosità o per chiarezza, ma perché dalle parole di Bergamo emerge che le telefonate di Moggi, Meani, Facchetti, ecc. sembrerebbe che non fossero sconosciute alla FIGC e che anzi la FIGC caldeggiasse certi tipi di comportamenti!

La Federazione era la prima a suggerire una falsa complice amicizia tra designatori e club in modo da non scontentare nessuno.

E ci hanno retrocessi in serie B per questo?

E ci hanno tolti due scudetti per questo?

E ci hanno causato un danno di 400 milioni di euro per questo?

Altro che il milione di Bergamo.

Ridateci gli scudetti e i soldi.

La dignità e la gloria già ce le siamo ripresi da soli.

Advertisment