Menu Chiudi

L’atteggiamento del Chievo e quello del Palermo

Succede sempre. Squadra piccola contro Milan: la squadra piccola rinuncia a giocare e il Milan gioca a fare la grande squadra. Riuscendoci, per carità, ma il peccato originale dell’avversaria di turno è fin troppo evidente,.

Advertisment

Se poi è lo stesso Presidente che augura e quasi ordina di perdere… beh siamo proprio al limite della decenza professionale.

Probabilmente è anche questa la differenza fra Juve e Milan. Forse è pure la giustificazione al fatto che la Juve non abbia ancora ammazzato il campionato. Troppi punti persi con le piccole. Sono 12 i pareggi e un turno da recuperare fra un paio di ore, con tre punti di svantaggio dalla capolista.

Facciamo un gioco? Trasformiamo anche solo 3 pareggi in 3 vittorie, visto che la Juve non ha mai seriamente rischiato di perdere (tranne a Napoli). Sarebbero 6 punti in più, cioè la Juve avrebbe potenzialmente un vantaggio di 3 punti con un match da recuperare. Bella cosa eh?!

Advertisment

Per fare ciò sarebbe bastato un attaccante vero, uno da 6/8 gol fino a questo momento. Ma non è esistito. Solo Matri in doppia cifra, dato preoccupante se poi il secondo migliori marcatore è un centrocampista e Quagliarella ha segnato lo stesso numero di reti di Chiellini e Caceres e Lichtsteiner.

Torniamo al punto centrale. Perchè questa differenza di trattamento fra Juve e Milan da parte delle piccole? Danno tutto e di più contro la Juve, si fermano contro il Milan. Verrebbe da pensar male e purtroppo è un dato di fatto.

Altra osservazione. Il Milan con le grandi squadre si è sempre bloccato. Vedi il Napoli, vedi la Juve, vedi la Lazio, vedi la stessa Inter, e l’Arsenal ieri sera. Facciamo osservare questo perchè fin qui la Juve si è dimostrata ben altra cosa, pur col limite di aggredire e chiudere i match con le piccole. Facciamo osservare questo perchè i tifosi stanno facendosi prendere in giro dai media: TV spazzatura e giornalacci al servizio dei signori poco raccomandabili di Milano. La Juve fin qui, semmai, si è dimostrata grande con le grandi, ma incapace di chiudere i match con le piccole e divorando così un vantaggio, territoriale e qualitativo, evidente e dimostrato coi fatti. Fatti però, e torniamo aderenti alla realtà, sono costituiti da stupidi pareggi.

La Juve si tifa, senza condizioni. Si tifa se prima, seconda o terza, se pareggia o perde. Anzi, si tifa di più e si deve stare più vicini alla squadra quando si perde o si pareggia. Altrimenti… prego astenersi dal commentare o andare allo stadio. C’è gente che non trova biglietti e che vorrebbe andare ad applaudire… non fischiare!

Advertisment