Menu Chiudi

Lazio-Juventus 2-1 Le pagelle

La Juve butta via la qualificazione negli ultimi minuti della gara, quando sembrava averla di nuovo in vista, dopo aver pareggiato proprio con Vidal, in una gara giocata tutt’altro che bene. Limiti tattici evidenti, questo 3-5-2 sembra ormai monotono, visto che le punte non sono più propense ad andare puntualmente in profondità: nell’occasione più nitida infatti, Vucinic si sarebbe procurato l’ennesimo rigore non assegnato. Oltre alla monotonia, è chiaro che si paga anche l’assenza di Chiellini, la mancanza del gol, le poche idee.

Advertisment

Storari: sul primo gol non può fare molto, sul secondo invece forse si fa sorprendere dal pallone. VOTO 5,5

Bonucci: buonissima gara, molto attenta, Klose è un brutto cliente ma lui non soffre mai. VOTO 6

Barzagli: solita gara, con grande sicurezza e qualche sbavatura che da lui ci si può aspettare, soprattutto in fase di impostazione. VOTO 6

Peluso: purtroppo il ragazzo non ha quella personalità che la maglia esige, lo si è visto ormai. Si può dire di un acquisto sbagliato, sicuramente. Grave errore di posizione che regala il vantaggio alla Lazio. VOTO 4,5

Marrone: non benissimo, si nasconde e quando si fa vedere sbaglia diverse volte nel lanciare. Nel secondo tempo un pò confusionario. VOTO 5,5

Vidal: su Arturo possiamo solo dire che ha dato tutto, ha avuto il merito di pareggiarla, ma li in mezzo non è stato supportato al meglio. E’ lui l’ultimo a mollare. VOTO 6

Advertisment

Giaccherini: male, in tutto. Nel contrastare gli avversari, ma soprattutto quando si incarta, e lo fa quasi sempre. Non in giornata. VOTO 4,5

Padoin: ancora sulla fascia, ancora a sinistra. Nè il suo ruolo, nè il suo piede. Una valutazione obiettiva non può essere punitiva nei suoi confronti. VOTO 5

Isla: la corsa c’è, ma non è efficace. Non sfonda mai nella difesa avversari, addirittura avrebbe anche fatto un fallo da rigore dopo essersi stoppato la palla in area e aver preso sonno… VOTO 5

Giovinco: da dove vogliamo partire? Sovrastato sia da Biava che da Ciani quando viene incontro, si mangia un gol a fine primo tempo, non duetta mai con Mirko, se non raramente. Poi il gol all’ultimo secondo: quella non la puoi sbagliare. Saranno contenti alcuni lettori di questo blog. VOTO 4

Vucinic: nel primo tempo un grandissimo taglio lo porta davanti a Marchetti che lo stende: è rigore. Poi l’unico tiro in porta è il suo. cerca di farsi vedere come può, ma soffre maledettamente. va via via scomparendo poi. VOTO 5

Pirlo: quando entra la Juve, almeno in mezzo, ritrova quell’ordine che non ha mai avuto in tutta la gara. VOTO 6

Quagliarella: S.V.

Marchisio: sarebbe anche lui non valutabile, purtroppo ha la sfortuna di non buttarla dentro. ma chi ha giocato sa che è comunque difficile quando te la ritrovi sul piede inaspettatamente. VOTO 5

Advertisment