L'articolo di IoJuventino

Le idee chiare di Conte e i soldi di Marotta: caos Juve?

idea

Nel giorno della presentazione Antonio Conte disse a gran voce che [...] se non avessi avuto certe garanzie da parte della dirigenza non avrei certo accettato un simile incarico. La traduzione è piuttosto semplice: la società, nelle persone di Andrea Agnelli e Marotta, ha garantito al tecnico leccese i rinforzi necessari per il suo 4-2-4. […]

28/07/2011 Giorno per giorno 14 Commenti


Nel giorno della presentazione Antonio Conte disse a gran voce che

[...] se non avessi avuto certe garanzie da parte della dirigenza non avrei certo accettato un simile incarico.

La traduzione è piuttosto semplice: la società, nelle persone di Andrea Agnelli e Marotta, ha garantito al tecnico leccese i rinforzi necessari per il suo 4-2-4. E fin qui la società ha risposto. Ma è una risposa ancora parziale.

Marotta si è dovuto muovere sul mercato con i soldi messi a disposizione dal prestito della Exor (da restituire al mittente al 31 dicembre 2011) e fra le enormi difficoltà di una rosa da sfoltire e da ricostruire. Numerose le falle tecniche, numerose le inconsistenze tattiche, due paroloni che potrebbero voler dire molto, e nulla!

A parametro zero sono arrivate tre pedine: Pirlo, Ziegler e Pazienza. Sulle qualità del primo discutere mi sembra anche volgare nei suoi confronti. Ziegler garantirà la copertura della fascia sinistra insieme a Paolo De Ceglie e mi pare un ottimo acquisto, sul piano qualità-prezzo. Mentre Pazienza scalderà la panchina, buono a essere sfruttato nei momenti di difficoltà, momenti che negli ultimi anni hanno condizionato, e non poco, il lavoro dei tecnici della Juve.

Marotta ha poi speso i primi soldi, ben 20 milioni di euro, portando a casa due ottimi giocatori: Lichtsteiner e Vidal.

Lo svizzero è uno dei migliori terzini destri dei due campionati finora disputati in Italia. E già dalle prime apparizioni si può dire che è uno degli acquisti migliori, grazie alla sua caparbia capacità di poter presidiare una fascia sguarnita ormai da troppi anni. Mentre il cileno fornirà fosforo a volontà a centrocampo, corsa e agonismo.

E adesso?

E adesso si attendono le cessioni. Per la verità molte operazioni sono state concluse: Felipe Melo è in Turchia (15 milioni l’affare complessivo), Sissoko è del PSG (8 milioni di euro circa) e Amauri è quasi piazzato. Si attendono novità su Grygera e Grosso, Motta e uno dei secondi portieri (Storari o Manninger) e Iaquinta. Se arriva una seconda punta rischia seriamente Toni.

E allora?

E allora Conte sta lavorando ormai da qualche giorno e chi meglio di lui conosce le reali potenzialità di questa squadra? O di questa rosa, se volete. E chi meglio di lui sa quali ruoli sono ancora scoperti o andrebbero rinforzati?

Lo sfogo ultimo dall’America dà la sensazione che il tecnico bianconero abbia già stilato le sue priorità e la sua personale gerarchia. E che abbia già bocciato e promosso i vari giocatori che ha a disposizione. Ha esternato, come nel suo solito, alcuni dubbi e chiesto a gran voce qualche rinforzo.

Evidente il riferimento alla fascia sinistra: lì Marchisio si può adattare alla grande, così come Vidal, ma nessuno dei due è uno specialista del ruolo. Nomi non ne ha fatti, almeno alla stampa. Li avrà certamente girati a Marotta e Vucinic pare essere sulla lista segreta.

Evidente, per via degli esperimenti effettuati nelle prime uscite, il riferimento al centrale di difesa: Barzagli e Bonucci non lo convincono appieno. Serve esperienza e un giocatore di grande talento capace di guidare il reparto arretrato. Serve un Thuram e peccato che non ci sia in giro il suo erede. I nomi sinora fatti non mi entusiasmano.

Capitolo attaccanti: a Conte servono uomini interscambiabili nei ruoli d’attacco. Detto in altro modo: se Quagliarella non vuole fare l’esterno per tutto il campionato, a Conte interessa poco. In ogni caso Quagliarella verrà dirottato in corso d’opera a sinistra qualora il tecnico lo necessiti. E così come altri. Ecco perché Vucinic: perché può giocare largo e fare da seconda punta. Ecco perché meno-Giuseppe-Rossi: perché non potrebbe fare l’esterno se non in un 4-3-3. Ad ogni buon conto un’altra seconda punta serve come il pane: il campionato sarà lungo e faticoso e con i soli Matri e Quagliarella si rischia di non andare lontano. Del Piero non è in grado di giocare ad alto livello per 90 minuti filati, né può essere in grado di sopportare cicli di partite infernali, seppure di settimana in settimana. Coi soldi che rimangono (una 40ina di milioni, se abbiamo fatto bene i calcoli) Marotta dovrà operare due acquisti: un esterno di ruolo (che a questo punto potrebbe essere Perotti, perchè non credo ad Afellay) e una seconda punta agile e mobile (appunto Rossi o Vucinic).

A centrocampo è parso di capire che Conte non chieda altri movimenti: Pirlo e Vidal, Marchisio e Pazienza, con l’innesto di un giovane quale Giandonato (da far crescere all’ombra di Pirlo) il reparto è più che completo. A tal proposito si registra un’impennata delle quotazioni di Pasquato che, così come un anno fa con Del Neri, ha impressionato positivamente Antonio Conte. Spinta costante, dribbling micidiale, piedino fatato, destro e sinistro, capacità di inserimento in zona gol! Chissenefrega se ha 22 anni e non pesa 80 chili?!?


14 commenti su “Le idee chiare di Conte e i soldi di Marotta: caos Juve?

  1. @IoJuventino: sai come la penso su Pasquato. Secondo me ora che Conte l’ha visto all’opera non se ne priverà.
    Per il resto mi pare di vedere Marotta un po’ in difficoltà. Però c’è ancora un mese di tempo. Per comprare, ma soprattutto per disfarsi di alcuni pesi morti ereditati dai grandi strateghi Secco & Blanc, condizione sine qua non per poter avere liquidi da girare sugli acquisti

    • @Paolo e ti pare facile disfarsi dei pesi morti? Ci sta riuscendo comunque. Mi spiace un po’ per Momo, ma non era più nel progetto, né con la testa era a Torino. Peccato!

      Per il resto attendo la cessione di Grygera e Iaquinta, Amauri e uno fra Martinez e Motta. In realtà Martinez Conte lo terrà: pare voglia rigenerarlo e metterlo dentro nei secondi tempi come esterno alto. Boh, ci riuscirà?

      Su Pasquato… che devo dirti: o non ne capiamo noi di calcio… o c’è qualcosa che non mi torna in Italia. Domanda: si fosse chiamato Pasquatinho?

  2. Ciao IJ, qualche domanda sulle operazioni in uscita:

    - Sei sicuro che Melo sia stato dato via a 15 milioni? A me risulta un prestito oneroso di 1.5 milioni, con diritto di opzione per 13 milioni che però non è detto che venga esercitato..
    - Dove va Amauri?

    Storari comunque secondo me va al Palermo.

    • @Antonio ti risulta bene, sì 14,5 milioni di euro in totale. Tanto o lo prenderà il Galatasaray o un’altra squadra il prossimo anno. Io do per certa la sua uscita.

      Amauri: io credo voglia rimanere in Italia per la famiglia, ma il Parma non ha i soldi per pagargli il sontuoso ingaggio e Marotta non regalerà il cartellino.

      Se Manninger resta… Storari ha mercato e il Palermo ha fatto la cazzata dell’anno!

  3. e il Palermo ha fatto la cazzata dell’anno! Quoto appieno. Anzi fossi in Marotta starei a mordermi le mani. Io avrei proposto uno scambio alla pari Sirigu – Storari visto che il PSG lo ha pagato 3,5 milioni. Risultato? Avrei avuto un ottimo portiere da far crescere all’ombra di Gigi, poi fra 2 anni avrei venduto Gigi per 8/10 milioni, realizzando una bella plusvalenza ottenendo nel contempo un sicuro portiere per altri 6/7 anni. Bello come discorso, vero? Il problema di fondo è che Zampa (già, il mitico Zampa) a noi Sirigu lo avrebbe venduto a non meno di 13 milioni. Come arriva la Juve i prezzi si impennano. Ma l’avranno capito che Secco non è più il DS della Juve?

  4. @Actarus: peccato che nemmeno Marotta si sia ricordato che Secco non era più il DS della Juventus, quando ha comprato Martinez… Perdonate la battuta, ogni tanto ci vuole. Buona giornata a tutti

  5. @Io Juventino: parole sante! Ma Lo Monaco è comunque un signor DG! E forse quel giorno Marotta (o Del Neri) aveva esagerato col Marsala …

    • Ragazzi, belle battute. Ricordo di Secco due frasi sul suo passato da DS: “Avevo preso Mascherano e poi abbiamo virato su altro. Xabi Alonso stava per firmare quando poi Ranieri scelse Pulsen”. Ripartire da simili disastri non è semplice.

  6. credo che un DS come Secco non avrà mai eguali nella storia non solo della Juve ma del calcio mondiale! Ma non me la prendo con lui! Me la prendo con chi l’aveva messo in quel posto e che aveva messo il quel posto (e con quel stipendio …) le messier Projectò! Un mio professore di economia mi diceva: “Vedi A… (il mio nome che comincia pure con A), la capacità migliore di un imprenditore o di un dirigente non è quella di gestire la sua azienda al meglio (anche se questo è ovviamente necessario) ma quello di scegliersi validi collaboratori”. Parole sante! La cosa strana è che gli Elkann con Marchionne lo hanno fatto! E con la Juve che hanno fatto tombola mettendone alla guida emeriti ignoranti (non voglio usare altri termini che sarebbero più adatti). Perchè???? Il povero Marotta, che pure ha preso delle topiche (vedi Martinez, oppure pippazza Tiago regalato proprio all’Atletico), che ha ereditato questo sfascio, cosa può farci?

  7. Sulle battute su Secco mi trovate completamente d’accordo. Certo Marotta ha ereditato una situazione fortemente pregressa diciamo. Io sono piuttosto soddisfatto di come abbiamo cambiato il centrocampo, con il mancato riscatto di Aquilani, il no ad Inler, la cessione in prestito di Melo, la cessione a buon prezzo di Sissoko e l’inserimento di Pirlo grande campione a parametro zero, Vidal decisamente promettente e Pazienza. Non sono mica convinto che Pazienza farà panchina sapete?A me piace il ragazzo, viene da un’ottima stagione a Napoli, è uno umile, che lavora sodo potrebbe rivelarsi una “sorpresa”. Pasquato mi è sempre piaciuto, da tenere e da ottimizzare, Vucinic è perfetto per il gioco di Conte, Lugano come centrale difensivo sarebbe un buon colpo. Manca ancora qualcosa ma abbiamo tutto Agosto per mettere a segno qualche buon colpo.

  8. Avanti tutta……. con il proggetto juve e con il solito dico solito sistema del ca….o nel comperare e valutare gli acquisti.Posso dirvi che in periodi non sospetti e da intenditore di calcio nelle mail di qualche settimana fa dicevo per l’appunto che saremmo finiti così.Nella mega bolla mediatica juventina chiacchere chiacchere chiacchere,Aguero,Rossi,etc….due acquisti a parametro zero ,uno svincolato di trenta e rotti anni,un difensore centrale di trenta e rotti anni in arrivo,Vidal unico acquisto e forse fuori ruolo!Stiamo vendendo dite voi bene ma per comperare talenti ci vogliono tanti TALENTI i soldi contanti.Non era meglio inserire un pò di giovane qualità senza comperare tanti vecchietti rivoluzionando di nuovo tutto?UN GIOCATORE FORTE …UNO DA ANDARE A VEDERE..e dichiarare co
    me obbiettivo stagionale il quarto posto o la coppa italia con stella d’ argento?Rivoluzionando sempre tutto ogni anno siamo di nuovo da settimo posto.

    • @stefano @luckigno @actarus quanto avete ragioni tutti e tre. Ma, vedi @stefano, è complicato trovare la soluzione ottimale: a me Pasquato e Giandonato andrebbero bene inseriti nel gruppo, così come mi va bene il centrocampo con Pirlo-Vidal-Marchisio, e l’attacco con Matri-Quagliarella e un nuovo arrivo. Così come mi piace la batteria dei terzini, a esclusione di Marco Motta.

      Il mercato non è finito. Conte ha alzato la voce e ora Marotta lo accontenterà. Scriverò anche su questo, magari stasera!

  9. Stefano@ è pieno di giocatori forti eh?non ci sono solo mica Aguero, Rossi (buon giocatore)..
    C’è n’è di primizie in giro, il punto non è solo la nostra volontà di prenderle ma la volontà delle Società di cederle e a che prezzo, oltre ad ottenere il si del giocatore che è determinante. Se prendiamo Lugano facciamo un’ottima operazione a mio parere, Vucinic non mi dispiacerebbe affatto ripeto, tecnicamente è buono non è un ciclista per intenderci :)
    Magari concetriamo tutti i nostri sforzi su un ala super, aspettiamo abbiamo un mese di tempo. E poi vi dico un’altra cosa, non riscattare Aquialani , cedere Sissoko ,Melo, non avere più il problema Tiago e soprattutto magari (preghiamo) sistemare definitivamente amauri e iaquinta non vederli più indossare la nostra maglia, per il mio fegato rappresenterebbe prendere un top player, la sensazione di soddisfazione e di svolta è quasi praticamente la stessa.

  10. @luckigno potrei dirti da estimatore che non esiste un ciclo se non si inserisce un gruppo di giovani nel gruppo degli esperti,premesso che amo la politica dell Arsenal,dell Udinese,dell’Atalanta.Premesso che i giovani fanno risparmiare un mucchio di soldi e sono il futuro di una società vorrei dire…. LUGANO direi COATES.Rossi …avevamo DIego e Giovinco, basta con campioni affermati fuori ruolo e stipendi astronomici i soldi non li abbiamo,lo so strano per la juve ma la nostra forza era trovare talenti nel mondo o colpacci da “milan”all’ultimo IBRA,VIERA,TURAM,NEDVED………i nostri osservatori cosa osservano ?dove è il nostro Leonardo che ci dice questo 18 enne è forte prendiamolo subito (THiago Silva o PAto) e di esempi come SANCEZ, PASTORE,BOATENG …….torniamo alla società che latita.Le vere plusvalenze si fanno con i giocatori allevati e cresciuti all’ ombra di grandi campioni.I fuoriclasse la juve li ha ma sono solo in porta .Bisogna investire in qualità ma soprattutto in ETA’ e rischiare non mi interessa vincere oggi ma pianificarmi un domani sfavillante come la nostra storia.Altrimenti tra tre mesi parleremo già di nuovi allenatori e acquisti al discount come la scorsa stagione mio dio!!!! non nominate mai lo zio TONI e il suo nintendo quando altri prendevano PAZZINI.Quindi se la societa voleva ….poteva…muoversi meglio ,visto i grandi introiti in previsione con lo stadio e i grandi incassi con SKY.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>