Menu Chiudi

Lo Juventus Stadium non merita questo

Abbiamo un impianto invidiato da tutti, unico in Italia, fra i migliori in Europa. Piaccia o non piaccia.

Advertisment

Abbiamo stracciato ogni tipo di record per presenze (rapportate ai posti a sedere), per tutto-esaurito. Piaccia o non piaccia.

Abbiamo un pubblico che ha ripreso  e riscoperto la voglia di tifare Juve grazie a Conte e ai suoi ragazzi. Piaccia o non piaccia.

Lo Juventus Stadium, punto nevralgico del nuovo progetto bianconero, non merita proprio questo:

Ammenda di € 25.000,00 con diffida alla Juventus per avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, indirizzato a due calciatori della squadra avversaria grida e cori costituenti espressione di discriminazione razziale.

E, in coerenza col nostro pensiero, ci teniamo a chiedere ai supporters bianconeri di non commettere più ingenuità simili. Si sa, gli imbecilli in Italia stanno diventando in maggioranza rispetto alle persone per bene, ma lì dentro, dentro quello stadio, che è nostro, tutto nostro, solo nostro, bisogna comportarsi da juventini veri. C’è una squadra da incitare, un gruppo da applaudire e tanti cori da cantare. Gli altri… lasciamoli al loro triste destino.

Non volendo cadere in polemica, ci sarebbe da chiedersi perché lo stesso metro di giudizio non venga applicato anche dalle altre parti d’Italia. Quando si tratta di razzismo non ci sono (dovrebbero essere) colori a filtrare polemica e multe, perciò ci sarebbe piaciuto quando un anno fa Sissoko fu preso di mira a San Siro dagli onestissimi tifosi nerazzurri, o quando, appena qualche settimana fa, a Bologna esposero uno striscione orrendo contro un ragazzo bianco di chiare origini italiane, di nome Gianluca Pessotto. Vorremmo la stessa attenzione anche per gli altri, ecco.

Advertisment

Non sono per nulla d’accordo con la seconda parte dei dispositivo:

[...] per avere altresì, prima della gara, esposto uno striscione dal tenore ingiurioso nei confronti del Presidente della squadra avversaria.

Le legge è legge, i fatti sono fatti, i tribunali hanno parlato piuttosto chiaramente e basta andarsi a rileggere il dispositivo di sentenza. Non può essere che Moggi e la Juve vengano insultati così pesantemente in ogni borgo italiano e tutto passa in cavalleria, quando non si può toccare la memoria morattiana e le sue malefatte dimostrate in Tribunale. Sotto questo punto di vista ampia solidarietà verso ogni tipo di striscione.

Striscione inserito in una coreografia mozzafiato che TV e giornali hanno abilmente nascosto. Coreografia assolutamente straordinaria, nei contenuti, nei cartelloni e così talmente limpida e perfetta nella manifestazione da far sorgere l’ennesimo dubbio: lo Juventus Stadium dà fastidio a priori, qualunque cosa si faccia lì dentro.

E’ stato ampiamente dimostrato che Facchetti era un truffatore, pace all’anima sua, ma questa macchia dimostrata in Tribunale non può essere lavata via. Stupidi e beoti i riferimenti alla sua morte: per quelli bisogna provvedere, ma deve valere pure per tutte le altre tifoserie.

La sensazione è che si voglia affondare il colpo sullo Juventus Stadium a colpi di squalifiche, quando in campo nessuno è ancora riuscito a violarlo. Amen.

Advertisment