Menu Chiudi

Mai visto un Marotta così

Duro, sicuro, concreto: mai visto un Marotta così in conferenza stampa. Che sia un buon segno?

Advertisment

Alla luce di critiche a pioggia cadute sull’operato della Juve in ambito di calciomercato, Beppe Marotta ha voluto chiarire ogni punto della situazione bianconera in una conferenza stampa dal forte sapore di contro-critica e difesa del proprio operato.

Un paio di frasi sembrano raddrizzare la linea di pensiero verso cui orientarsi (specialmente tutti noi tifosi):

  • “spedisco al mittente la formula <anno di transizione>”: a voler ribadire che la Juve anche quest’anno deve vincere, punto e basta;
  • “tanti nomi avete fatto e su cui avete scritto in maniera infondata, ma tanti altri nomi non sono usciti”: a voler ribadire che anche quest’anno ci toccherà filtrare quanto emerge dalla stampa e dai media, unico asset della concorrenza per tentare di destabilizzare l’ambiente bianconero.

Perciò si riparte (o si parte, visto la rinuncia alle prime due partite di Serie A).

Advertisment

Si riparte dal rifiuto di 85 milioni di Euro più un giocatore a scelta pervenuta dal Chelsea di Mourinho per arrivare a Pogba.

Si riparte dal recupero di pedine preziose, Marchisio su tutti, ma anche Asamoah (che tornasse ai livelli che sappiamo sarebbe come un nuovo grande acquisto).

Si riparte dal disegno di nuovi equilibri tattici da parte di Allegri, ora che la rosa è in qualche modo completata (se non altro per via che il mercato è chiuso).

Si riparte da quel “mix di giovani e meno giovani che sapranno trascinare la Juve a un nuovo ciclo di successi, a partire da quest’anno”. Marotta e la Società hanno fissato gli obiettivi. Ora parola al campo.

Advertisment