Menu Chiudi

Marotta: attacchi indecenti. Ma cosa ci meritiamo?

L’attacco feroce e indecente nei confronti di Marotta è stato vigliacco e assurdo. Non siamo nuovi a critiche alla dirigenza juventina e troverete in questo blog ampia conferma. Ma preferiamo attaccare e criticare con quel senso costruttivo che dovrebbe animare ogni tifoso di calcio, juventino e non. Siamo abbastanza abituati alla disinformazione e alla volgare informazione dei media controllati dai soliti noti, ma che ci caschino pure i tifosi bianconeri… beh questo è inaccettabile. Alla luce del fatto che Andrea Agnelli e un minimo di intelligenza chiederebbe a questi stessi tifosi di rimanere tutti uniti, tutti compatti.

Advertisment

La vicenda Berbatov va opportunamente ricostruita. Abbiamo ricevuto un SMS a ora di pranzo, e abbiamo rilanciato il tutto su Twitter scatenando un putiferio. Positivo fino alle 21 quando Berbatov ha declinato l’inviato per problemi familiari. Almeno questa la versione ufficiale. Di certo c’è che aveva preferito la Juve alla Fiorentina, grazie al blitz straordinario di Marotta. E ora iniziano le ipotesi e i ragionamenti. Affascinanti, ma che non possono essere usati per prendersi il palcoscenico e spalare fango su Marotta e la Juve.

Bene inteso: Marotta ha operato benissimo, ma non magnificamente. Manca un bomber, manca un vero bomber che avrebbe colmato ogni problema della rosa attuale. Lo sappiamo, l’abbiamo sempre ripetuto epperò abbiamo sempre ripetuto la difficoltà di questo calciomercato. Difficoltà economiche, nonostante la Juve abbia già speso, e speso bene, e difficoltà strutturali. Queste ultime riguardano la presenza di sceicchi e spendaccioni e speculatori: leggi PSG, leggi Ibra, leggi Verratti e Sebastiani.

Advertisment

La Famiglia metterebbe una ventina di milioni, non un centesimo di più, per il cartellino di un grande giocatore, ma va tutto valutato. Llorente potrebbe essere un buon colpo, ma un giocatore che prenderesti gratis a febbraio non può ora essere pagato più di 16/18 milioni di euro. Più o meno il ragionamento fatto per RVP che Sir Alex Ferguson ha preso sborsando una valanga di soldi. E non dimentichiamo il PSG e i suoi tre pareggi nonostante oltre 200 milioni di euro spesi in pochi mesi. La Famiglia avallerebbe una spesa poco superiore ai 20 solo per Dzeko, visto che né Messi né Ronaldo né Rooney si muoveranno sul serio dai rispettivi club. E allora?

Che farebbero i superesperti megadirettori che si sono scatenati contro Marotta? Si sono già dimenticati i vari Vidal e Pirlo, Lichtsteiner e Vucinic, Isla e Asamoah, Masi e Pogba? Manca il bomber, lo sa per primo proprio Marotta e lo sa benissimo Antonio Conte, ma la realtà fattuale, visto che amiamo parlare di processi e smontarli, è proprio questa: di grandi bomber ce ne sono pochi e quelli che ci sono non possono essere acquistati.

Detto questo, sperando che i tifosi siano davvero uniti, speriamo in un colpo di coda. Non mi piacerebbe Bendtner perché a quel punto mi terrei stretto Matri, mentre mi sarebbe piaciuto tenere Immobile. Speriamo in un nome a sorpresa, un nome utile, top player in campo e non nelle cifre o nel nome.

Advertisment