Menu Chiudi

Marotta dopo Juventus-Genoa 3-2: non fa una piega!

Ecco le parole di Beppe Marotta dopo la vittoria netta sul Genoa in casa:

Advertisment

C’era molto caldo, ma per noi la fatica era doppia per­ché dopo i loro gol dovevamo attaccare noi e fare la partita. Ci siamo riusciti per 70 minu­ti, anche se il Genoa era molto abbottonato. Pepe è stato forse il migliore in campo ed è uscito perché affaticato, aveva speso molto. Felipe Melo al­trettanto. E’ entrato Toni: non soltanto ha servito l’assist per la rete di Matri, ma ha pure segnato. Lo stesso Sorensen ha fatto una partita egregia.

La trovo un’analisi molto lucida e impeccabile, con una puntina di rivalsa contro i cori fastidiosi di, per fortuna, solo una piccola parte dell’Olimpico che però riesce a fare più rumore della maggior parte della gente che ha creduto alla rimonta e ha spinto la squadra alla vittoria.

Advertisment

Non manca il solito accenno al mercato estivo, con le solite promesse che a questo punto diventano obiettivi concreti, al di là di nomi che per adesso hanno scarso significato:

Sappiamo di doverci migliorare, come credo tutte le altre squadre. Ma la Juventus ha una pressione an­cora maggiore e quindi il rafforzamento deve essere adeguato. E quando parlo di miglioramento, intendo alzare il livello di qualità. Quest’anno abbiamo badato a prendere numero­si giocatori, in estate puntere­mo su qualche grosso colpo.

Grazie Beppe, siamo con te!

Advertisment