Menu Chiudi

Mercato in uscita cercasi, acquirenti sperasi

Perdonateci se l’italiano del titolo non è il massimo, ma urge muoversi. Oggi è il 21 agosto 2013 e il calciomercato chiuderà solo il 2 settembre. Mancano una decina di giorni e probabilmente Conte è in attesa di qualcosa.

Advertisment

Attenzione però al mercato in uscita. Non bisogna rinforzare le avversarie, né cedere alle cifre che non ci convengono.

Per esempio Isla: perché fare un favore ai nerazzurri? Piuttosto resta in panca e lo cediamo a gennaio. A meno che non ci diano tutti e 9 i milioni di euro che ci permetterebbero di pareggiare il suo acquisto (nella sua seconda metà). Inoltre: fuori Isla, vuoi o non vuoi, occorrerà un altro esterno.

Advertisment

Ancora, Matri: Cederlo al Napoli, proprio adesso, sarebbe una specie di delitto. Va bene Roma, perfino Lazio, ma non certo il Napoli che andremmo a rinforzare. Peraltro a una cifra che è bassa: 10/12 milioni di euro. Higuain 40, con una supervalutazione di 10 milioni di euro rispetto alla valutazione di 30, e Matri solo 10 milioni di euro? Dall’estero non ci sono pretendenti? La rete dei contatti dei consulenti di mercato bianconeri non sono riusciti a strappare un’offerta pari a quella napoletana in Inghilterra o Spagna?

Finiamo: Marrone. Gran centrocampista, perfino ottimo adattamento in difesa. Giovane, proveniente dalla cantera bianconera. 10 milioni sono tanta roba, ma occhio a non pentirsi poi in seguito. Soprattutto: né Napoli, né Inter, al limite. Potevamo usarlo in altre situazioni, non ci siamo riusciti. Ora però l’infortunio di Marchisio lascia il centrocampo praticamente obbligato: Pirlo in mezzo, Vidal sul centrodestra e Pogba sul centrosinistra. Con Padoin in panchina. Con un inizio di campionato diabolico e la Champions di mezzo, col rientro di Marchisio solo a fine settembre… ce la si fa con questi uomini? Non conviene dare respiro a Pirlo proprio con Marrone? O comunque concedere più di un’alternativa ai quattro moschettieri di centrocampo? Proprio come Matri o Quagliarella che rischiano (solo uno dei due) di fare il quinto dietro ai quattro che sappiamo, Marrone non potrebbe essere il quinto centrocampista centrale in rosa?

Problemi di bilancio, si dirà. Certo: ma anche di ottime vendite. Applausi e ancora applausi per un ottimo mercato in entrata. Per la legge del “voler sempre migliorare” ci aspettiamo sensibili miglioramenti pure per il mercato in uscita. Vedi Osvaldo: la cifra incassata è da paura. Quagliarella e Matri, ottimi in Champions e più che buoni in campionato, non valgono quanto l’argentino? Strane equazioni, lo capiamo, ma intanto gli altri incassano e noi dobbiamo assolutamente imparare a farlo.

Advertisment