Menu Chiudi

Meritate il peggio. Del peggio

La Juventus che batte il Bologna dopo una gara non facilissima, anche se la prestazione dei bianconeri farebbe pensare il contrario, è anche una Juventus che continua a far parlare, in realtà a far rosicare. In particolare è stato l’atteggiamento di Antonio Conte a far storcere il naso ai più, in primis al tecnico della squadra emiliana. A fine gara Pioli avrebbe richiamato Conte “al rispetto”: “Antonio, porta rispetto”, frase pronunciata dopo il rituale della stretta di mano a fine gara, e ripetuta anche ad Angelo Alessio, con la precisa raccomandazione di riferire a Conte. Il motivo? L’esultanza di Conte insieme ai tifosi bianconeri, quasi a fine gara. Il mister ha allargato le braccia, un gesto come quello di Trieste, alla penultima dello scorso campionato: di gioia sicuramente, ma secondo me più di liberazione dopo una settimana nella quale la Juve ha fatto 6 punti fondamentali in due gare che potevano sembrare facili, ma in realtà erano difficilissime. Cosa avrebbe fatto di male? Pioli forse avrà inteso il gesto in senso offensivo, forse avrà capito male, interpretando il gesto come indirizzato all’intero stadio, ai tifosi di casa. Conte invece festeggiava con i suoi, e non si sarebbe mai permesso di offendere la gente dello stadio, i tifosi del Bologna.

Advertisment

Advertisment

Forse in Italia meritiamo gente del calibro di Mourinho, che fa il gesto delle manette (e anche lui a suo tempo aizzò la folla di San Siro, e nessuno osò protestare); oppure Delio Rossi, che tra cazzotti e dito medio è uno che non le manda a dire; oppure di Baldini che prende a calci in culo Di Carlo; o ancora Zenga che fa a sportellate con Varriale; o ancora De Laurentiis che minaccia di mettere le mani addosso ai giornalisti; o ancora Giordano che mette le mani addosso a Materazzi per non fargli battere il fallo laterale (idem Mazzarri contro il Villareal); oppure Zeman che parla solo per insinuare, facendo della dietrologia la sua arma migliore e il suo più importante trofeo di un palmarès fatto di aria fritta (rimpiango Luis Enrique, uno che ha subito di tutto senza mai andare sopra le righe). Non ho mai visto Conte fare gesti del genere. L’unico suo peccato è quello di vincere.

Advertisment