Non è come le altre domeniche, anche quando magari la Juve gioca di sabato. L’atmosfera la senti molto pesante, certo molto poco stimolante. Metti una domenica senza la Juve e tutto sembra più triste.

Advertisment

Ma quanto è bello attendere quel fischio iniziale? E capire chi Conte ha mandato in campo a scrivere altre pagine di storia, a tentare l’ennesima impresa. Sono emozioni uniche che difficilmente altri sport riescono a darti. Perché non serve giocare per forza una finale, basta un Siena-Juve o uno Juve-Chievo a replicare quell’emozione nell’attesa e durante la partita.

Emozioni che sono molto palesi sui social media, ma a questo punto ci chiediamo: quanto sono forti queste stesse emozioni per tutta l’altra Italia?

Advertisment

Evidentemente la Juve è qualcosa di più e non c’è niente da fare. Gli altri cercano a tutti i costi la polemica, meglio se vuota e inutile, meglio contro la Juve. Così la squalifica di Vidal insabbia quella di Pandev e addirittura Buffon sta cercando il modo per evitare il record assoluto di presenze in maglia azzurra. Tutto per uno Juve-Napoli di campionato? Forse laggiù sono impazziti tutti e un po’ di preoccupiamo.

Che sia la partita dell’anno per loro questo è certo. In fondo ogni domenica c’è la partita dell’anno: vale infatti per le milanesi, per le romane, per il Chievo, per la Samp, per il Genoa, per la Fiorentina e ogni squadra che affronti la Juve. Non è vero l’inverso: per noi sono tutte partite da 3 punti e giochiamo per prenderli, chiunque sia a difendersi dall’altra parte.

Ci dispiace per chi tifa Napoli… tié… ma sai quanto ce frega di Juve-Napoli? A noi frega della Juve, della vittoria sempre e comunque e perciò se Buffon ha accusato un affaticamento, il Capitano della Nazionale, il candidato insieme a Pirlo e Marchisio al Pallone d’Oro, il vice Pallone d’Oro nel 2006, l’eroe mondiale nel 2006, una persona come poche altre nel mondo dello sport… vuol dire che ha accusato davvero un affaticamento, anche perché lasciare spazio a De Sanctis non è proprio affidarsi a Zoff.

Metti allora una domenica senza la Juve: per fortuna è l’ultima da qui a marzo quando la Nazionale tornerà a bussare a casa Conte per chiedere in prestito altri 8 ragazzi. Ipocrisia italiana cui spero Andrea Agnelli metterà la parola fine fino a quando non verrà portato rispetto alla maglia della Juve.

Advertisment