Menu Chiudi

Mezzaroma contro il Milan. L’altra mezza roma contro Bergonzi. Tanto è lo stesso.

Eh sì, quando la storia si ripete, ma gli effetti sono diversi, allora ti viene il dubbio. Dubbio di non equità, dubbio che le regole valgono solo per qualcuno e per altri no. Tipo un Krasic stangato e, addirittura, un Boateng applaudito per la giocata. Cioè il tuffo.

Advertisment

E se fin qui si è volutamente nascosto il rigore regalato, il quarto nelle ultime quattro gare, al Milan, ecco che il Presidente del Siena Mezzaroma parte all’attacco non nascondendo un certo malumore per la gestione mediatica dell’episodio.

Advertisment

A noi non resta che fare un grosso in bocca al lupo al Siena e a tutti gli avversari che d’ora in avanti si troveranno il Milan davanti: preparate bene il portiere a parare il rigore, Ibra di solito tira forte e a mezza altezza.

Mi sono chiesto anche io in tribuna come si possano assegnare certi rigori. Boateng si è tuffato addosso a Brkic. Una follia. L’arbitro fino a quel momento mi era pure piaciuto, ha preso un abbaglio e con lui il guardalinee. Al direttore di gara, riguardo la sua posizione, posso concedere il beneficio del dubbio, ma all’assistente no, era lì, con la visuale libera.

Già, come hanno fatto a dare il rigore?

Advertisment