Menu Chiudi

Milan-Juventus 1-1 Qualcuno è nervoso?

A vedere il finale sembrava una guerra al culmine. Di fatto lo è stata, ma da parte Juve non c’è stata la minima complicità al nervosismo. Anzi, troppo rilassati nell’affrontare il match: imperdonabile.

Advertisment

Ma perché questo nervosismo? Che è accaduto?

Advertisment

E’ accaduto che il Milan non è riuscito a portare a casa i tre punti. Dispiace, ma purtroppo il campo è sempre giudice sovrano: un gol buono a te annullato, un gol buono a me annullato. Ma non solo.

Appellarsi al clamorosissimo gol non convalidato a Muntari (a proposito: ma Ranieri non avrebbe bisogno di un centrocampista così?) senza commentare il resto degli episodi è da vigliacchi. Così, rimandando la disquisizione tecnica a pomeriggio, elenchiamo un po’ di cosette:

  1. Galliani non può stare là dove Conte lo ha trovato. Un tecnico ha già le palline girate per i fatti suoi, se in più trova uno stronzo a insultarlo e questo qui è l’amministratore delegato rossonero… saltano i nervi. Finalmente però qualcuno ha detto a Galliani quello che bisogna ricordargli ogni volta: “Siete la mafia del calcio”. Galliani non ha risposto perché… chi tace acconsente!
  2. Thiago Silva e Mexes e Van Bommel hanno potuto legnare e malmenare per una partita intera senza che Tagliavento intervenisse, tranne negli ultimi minuti quando non serviva più. Il rosso a Vidal è invece talmente banele e semplice e giusto che Conte farebbe bene a riprendere il cileno: reazione stupida alle mille botte prese;
  3. senza Ibra ci pensa Mexes: nel secondo tempo il cazzotto che rifila a palla lontana a Borriello è da prova TV. Scatterà? Le regole sono regole, ma a Milano trasformano la giustizia in ingiustizia con uno strano senso della morale. Fattore Berlusconi. Curioso che nessuna moviola abbia sottolineato l’accaduto nonostante le immagini siano anche più limpide dello schiaffo di Ibra a Storari in Coppa Italia. Stile Milan, per fortuna non è il nostro;
  4. la Juve non becca una punizione nella metà campo avversaria. Negli ultimi trenta minuti, eppure, qualche giocatore bianconero è stato atterrato da quelle parti. Compensazione per il gol non convalidato?
  5. ci sono due gialli mancati a Robinho per simulazione. Questo ragazzo mi preoccupa, soffrirà forse di pressione perché va giù appena il vento comincia a soffiare. Prima si autosgambetta dopo che Buffon devia in angolo (primo tempo), poi gli aprono la botola sotto i piedi quando Vidal finge di intervenire e tira dietro la gamba. Sotto gli occhi di Tagliavento la fa franca. Le moviole non hanno sottolineato l’episodio;
  6. il gol ingiustamente annullato a Matri vale quanto quello clamorosamente e ingiustamente annullato a Muntari. Trovo complicato dare addosso a Conte per questa semplice equazione;
  7. il Milan ha messo sotto la Juve nella prima ora di gioco, ma è andata in vantaggio con un doppio, bestiale errore di Bonucci. Troppo poco per pensare di portare a casa la vittoria. Dall’altra parte Quagliarella conferma come questa Juve non può ambire a grossi traguardi se si sbagliano quei tipi di gol, in quei momenti della partita e della stagione;
  8. la rissa finale è frutto di un nervosismo da impotenza e da un’arroganza senza precedenti. Non hai vinto, dispiace, dispiace a tre quarti degli italiani, ma è la vita. Prima o poi capiterà di perdere, ma non poteva essere certo questa la serata;
  9. resta una considerazione: la Juve ha buttato via la gara, rinunciando a giocare. Troppo rilassati, stranamente senza mordente e molto disattenti. Cosa avrebbe fatto la vera Juve? Come sarebbe andata la gara se Conte non avesse sbagliato la formazione titolare?
Advertisment