Menu Chiudi

Moggi: “Napoli superiore alla Juve”. Ma dove?

Abbiamo capito che a Luciano Moggi non vada giù il fatto che Marotta ha finalmente operato bene sul mercato e che, magari, in fondo in fondo, chissà, anche lui spera in una non rinascita bianconera, perciò le ultime dichiarazioni mi lasciano perplesso.

Advertisment

Posto, e sottolineiamo posto, che il Direttore è stato, è e sarà uno dei dirigenti più amati, non facciamo fatica a polemizzare col suo ultimo editoriale. In rispetto alla nostra coerenza.

Perciò continuiamo a non capire certe affermazioni del Direttore, soprattutto dopo l’evidenza del campo. Per esempio

Advertisment

Ritengo il Napoli anche superiore alla Juventus, però gli azzurri ad oggi non hanno più le motivazioni che i bianconeri hanno ancora.

Mi sembra un giochino che ha stancato. E visto che giochiamo riproponiamo la nostra solita argomentazione:

  • Buffon è davvero meno forte di De Sanctis?
  • Barzagli è meno forte di Cannavaro?
  • Lichsteriner e De Ceglie, Chiellini e Caceres sono meno forti della difesa azzurra?
  • Moggi sta per caso paragonando Gargano a Pirlo, o Inler a Marchisio? Forse Dzemaili è più forte di Vidal?

Gli unici uomini che potrebbero far gola a Conte sono Cavani e Lavezzi, includendo pure Hamsik che nel modulo del tecnico leccese ci starebbe a meraviglia. Per il resto non capisco questa ostinazione a voler considerare la Juve inferiore alle altre. Il campo ha parlato, piuttosto esplicitamente, e sta continuando a parlare.

A me sembra tanto una campagna di autopromozione e io non ci sto: la Juve prima di tutto, prima di ogni cosa e di ogni persona. La Juve è la Juve: lo è stata, lo è, lo sarà.

Advertisment