Menu Chiudi

Napoli Calcio: l’illegalità del passato

Gridano così tanto contro la Juve… per bloccare ogni tipo di informazione sul loro conto. Sembra essere questa la soluzione trovata a Napoli dai tifosi. Perché nelle ultime settimane sono uscite fuori notizie molto interessanti, e non già semplici spifferi creati ad arte da giornali vicini al mondo bianconero (chi ne trova… 1 milione di dollari).

Advertisment

Dopo il medico specialista in doping e molto vicino al Napoli Calcio, ecco che da Torre Annunziata rimbalza una dichiarazione shock:

Fui il firmatario di un’ordinanza cautelare nei confronti di Guillermo Coppola, procuratore di Diego Armando Maradona. Il nome del numero 10 del Napoli compariva spesso in quell’atto e furono chiamati a testimoniare quasi tutti i calciatori azzurri dell’epoca.

Maradona faceva da tramite per l’arrivo della droga ad altri componenti della rosa, in molti soffrivano di vere e proprie forme di dipendenza.

Advertisment

Sui giornali non sto vedendo nulla di particolarmente interessato all’argomento eppure visto quanto emerso ci sarebbe da chiedersi: ma che tipo di scudetti hanno vinto a Napoli in quel periodo?

A pronunciare le parole di sopra è Raffaele Marino, procuratore aggiunto di Torre Annunziata: farlo passare per bianconero sembra davvero esagerato, ma qualcuno ci proverà.

Se questa inchiesta (mai partita) per droga ci interessa a poco, perché si tratta di problemi davvero gravi degli individui prima ancora che dei giocatori, resta l’inchiesta già insabbiata: che ne é del medico specialista in doping? Non interessa perché di mezzo c’è il Napoli? E quanti conoscono questa vicenda?

P.S. E non dimenticate il caso Crasson!

Advertisment