Menu Chiudi

Nessuna paura, solo legittimi ragionamenti

Nessuna paura, solo legittimi e dovuti ragionamenti sulla nuova Juve che sta nascendo. La sicurezza è che sta nascendo sotto la guida di Conte, con scelte oculate e intelligenti improntate all’equilibrio più assoluto fra necessità economiche e tecniche.

Advertisment

La gita americana si chiude inevitabilmente con qualche perplessità. Il fatto che tali perplessità siano molto legate a una condizione che dovrà esplodere nel giro di 10 giorni e a equilibri tattici da trovare nei nuovi arrivati, è quanto dire rispetto alle difficoltà nette  e concrete degli avversari.

Advertisment

Il sistema di gioco che la Juve conosce a memoria troverà perfetta applicazione quando le gambe torneranno a girare a dovere. Tevez e Llorente non faticheranno a farsi apprezzare. Le paure non ci sono, solo alcune semplici domande e quel dubbio legato alla fascia sinistra dove con una pedina di rilievo si sistemerebbero una volta per tutte i problemi legati alla fase offensiva.

I nazionali stanno salendo di condizione, Vidal è sempre Vidal, Vucinic è colui che sta beneficiando più di tutti dell’aumento di concorrenza interna.

Ora tutti a lavoro in vista dei primi impegni stagionali prima della pausa: Lazio in Supercoppa, poi l’anticipo del 24 agosto per la prima di campionato contro la Samp e via di nuovo con la Lazio, in attesa del vero derby d’Italia di settembre. Quello per cui i tre punti valgono davvero.

Advertisment