Menu Chiudi

No, mi dispiace, non comprendo

Abbiamo perso due anni. Abbiamo letteralmente gettato al cesso due preziosi anni per poter programmare e lanciare. Programmare il futuro, lanciare nel presente nuove pedine. E sì che le avevamo trovate alcune. Solo che poi qualcuno si è messo di santa pazienza per rovinare tutto. Quindi, oggi, io certi complimenti non li capisco.

Advertisment

Mi riferisco evidentemente al secondo posto della Roma. La posizione vale una rosicata senza fine. Anche perché tre giornate fa la classifica vedeva i giallorossi primi. Il grande Illusionista, è il titolo perfetto per Mister Ranieri. Uno che rincorre affannosamente qualcosa, senza tuttavia raccogliere nulla. E dai, signori, cerchiamo di essere seri e comprensivi con la logica dei fatti.

Non useremo la violenza verbale di chi guadagna fin troppo facilmente 11,5 milioni di Euro, ma i dati non possono essere capovolti. A cosa vale il Secondo Posto della Roma? Negli almanacchi rimarrà soltanto un vuoto. La rincorsa non premia nessuno. E io che tifo Juve non posso comprendere l’utilità di un secondo posto. Anzi, io maledico pure il settimo raggiunto quest’anno!!! Preferivo l’ottavo posto per ragioni che pochi capirebbero, tranne chi ha giocato per davvero a calcio e mantiene un minimo di intelligenza creativa.

Advertisment

A che servono quei risultati utili consecutivi? Sono 24, forse 23, boh! Chi se lo ricorda più! E a che serve gridare “Grazie, Roma!” se poi costringi tutti ad applaudire chi ti ha ancora umiliato? L’hai già fatto a Torino, Mister Ranieri, ora speriamo resti a lungo su quella panca.

E attenzione, Roma: rischiate di farvi scappare qualcuno di talento per acquistare qualcun altro di scarso talento. A proposito: siamo sicuri che alla Roma di Ranieri non interessi un certo Poulsen? E Grygera lo vogliono nella Capitale? Il prezzo è più che abbordabile, dai, è un affare!

Ecco, questa è la profonda differenza tra un campione e un grande personaggio. Poi, figurati, contenti loro!!!

Advertisment