Bar, piazza, luogo di lavoro. Fra chi vede lo spettro di qualche “sistema” oscuro che favorisce la Juve, e chi vede una Juve nettamente superiore a ogni avversaria italiana, ecco che la domanda comincia a serpeggiare. In alcuni casi è terrore puro: ma davvero questa Juve può abbattere il tetto dei 100 punti in campionato?

Advertisment

Ovviamente è fantascienza. Il 12 gennaio andrà in scena l’ultima giornata del girone di andata. I punti attuali sono 49, quindi la Juve può chiudere a 52 in caso di vittoria, a 50 in caso di pareggio. Il ritmo imposto fino ad adesso è semplicemente da record e per registrare il record del titolo di questo articolo occorre un girone di ritorno a mille.

Un po’ di numeri? Eccoli.

Advertisment

Alla giornata numero 18, la Juve vanta un ruolino di marcia pari a 16 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. Totale: 49 punti. Mancano 20 partite, quindi 60 punti a disposizione ancora. Per superare i 100 punti, Conte dovrebbe vincerne 17. Oppure potrebbe fare 16 vittorie e 3 pareggi, potendosi concedere una sconfitta. O, ancora, far registrare 15 vittorie e 5 pareggi. Tutt’altro che semplice, nonostante questo girone d’andata.

In realtà il discorso dei 100 punti potrebbe essere la grande motivazione per Conte a fare ancora meglio. A caricare i ragazzi come non mai. A mettere nel mirino un risultato da leggenda.

Nella pratica tutto sarebbe enormemente godurioso riuscire a controllare, senza troppo affanno, un campionato fin qui dominato. Piazzare il terzo colpo consecutivo e magari portare a casa qualche altro trofeo. Uno sarebbe propedeutico per un grande mercato estivo, l’altro sarebbe immediatamente utilizzabile per cucire al petto un altro stemma.

Advertisment