Conte non si smuove dal 3-5-2. E’ lo schema che la Juve adotta in Italia. Lo varierà martedì sera quando dovrà affrontare il Real Madrid. Proprio la sfida europea suggerisce a Conte di operare un paio di modifiche allo schieramento.

Advertisment

Bonucci è a Torino: si sta allenando per martedì sera. Al suo posto c’è Ogbonna, prelevato quest’estate dal Torino per 13 milioni di euro. Il ragazzo deve velocemente ambientarsi e proporsi come una più che valida alternativa ai titolarissimi. Alla sua sinistra un Chiellini mostruoso contro il Genoa, mentre Barzagli non riposerà. Caceres finisce dunque in panchina ed è il più papabile per una maglia da titolare sulla corsia destra, martedì sera.

A centrocampo la novità è il riposo di Pirlo. Si accomoderà in panchina. In cabina di regia, con tutta probabilità, ci sarà Vidal e non Pogba. Il francese è molto più utile in fase offensiva. In ogni caso il terzetto dei centrali di centrocampo si scambieranno spesso posizione. Centrocampisti totali. Una manna per Antonio Conte.

Advertisment

Asamoah ritrova la fascia sinistra, anche se concedere il bis a De Ceglie sarebbe stato, umanamente, opportuno. A destra spazio a Padoin. Quindi Isla va in panchina. L’assenza di Lichtsteiner comincia a pesare.

Vucinic non recupera ancora, mentre Quagliarella è convocato. Fabio potrebbe partecipare alla gara nei minuti finali. Dal primo minuto partiranno Giovinco (che ha recuperato pienamente) e Tevez (imprescindibile). Llorente riprende fiato, ma Conte sembra averne apprezzato le ultime apparizioni.

Tre punti per mettere pressione alle avversarie e avvicinarsi con tranquillità alla gara contro i galacticos.

Advertisment