Dalle mie parti c’è un detto che debitamente tradotto per in non addetti ai lavori recita pressapoco così: pestare l’acqua nel mortaio…

Advertisment

Sta a significare che è un lavoro inutile, ripetitivo e che serve solo ad apparire occupati in qualche faccenda, senza, però, alcun costrutto.

E’ la stessa cosa che i media, senza escuderne alcuno, stanno facendo da sei/sette mesi nella vicenda del “Chi vuol esser milionario” rivisitata e corretta e adattata in farsa con titolo ”Scommessopoli”.

Una schiera di marzulliani si fanno da soli delle domande e si rispondono in maniera tale da adattare alla domanda la risposta in modo  che questa li soddisfi al pari di una “sega” fatta con la mano sinistra (per i destrorsi…).

Tanto per fare qualcosa, tanto per perdere tempo, tanto per “rubarmi” lo stipendio, tanto perchè qualche coglione che leggerà lo troveranno sempre…

Oggi leggo su Virgilio sport un articolo (sic!!!) da cui ho tratto questo passaggio:

Advertisment

Il tecnico (Conte) è stato ascoltato in qualità di testimone a Monopoli dai pm di Bari in relazione ad altre due partite: Salernitana-Bari e Bari-Treviso del 2009. All’epoca dei fatti Conte, che non è indagato, allenava i galletti. E’ stato ascoltato come persona informata dei fatti per 4 ore giovedì 6 settembre lontano da occhi indiscreti, come si usa fare nei processi di mafia. Una manciata d’ore per chiarire qualcosa in merito ai fatti in esame.

Come si usa fare nei processi di mafia… mi verrebbe di sputarvi in faccia per i paragoni beceri, pilotati, malevoli, sicuramente tendenziosi e privi di quel minimo di obiettività che la deontologia giornalistica imporrebbe.

FATE SCHIFO!

E’ un po’ come il vergognoso articolo sempre di Virgilio in cui si parla dell’incidente mortale di 6/7 anni fa,  che ha visto coinvolto Carrera, tirato fuori oculatamente e “opportunamente” proprio nel momento in cui quest’ultimo assumeva l’impegno di dirigere la squadra dalla panchina al posto di Conte.

Un appello agli amici Juventini: levatevi dal pc la home di Virgilio, utilizzate  “e orecchiette di nonna Adalgisa”, magari faticherete un p0′ per qualche ricerca, ma almeno lo stomaco resterà apposto!

 

Advertisment