Menu Chiudi

Pierino De Laurentiis colpisce ancora: visto quanta indignazione?

Hai capito?! Grida grida, piani piangi, scappa scappa, il Napoli tiene il passo di Roma e Juve collezionando un rigore a partire. Alle volte sono pure due, ma la media è perfetta. Dato a favore o non dato contro. Appare paradossale nella domenica in cui Mazzarri ne invoca uno per la propria squadra: a favore eh, senza tornare sulla mano di Rolando.

Advertisment

 E hai visto quanta indignazione? In TV o sui giornali o al bar. Rubano, ma quasi appare normale. E’ solo sfortuna. Sono solo errori. Anzi, un mio amico si lamenta pure: così rischiano di penalizzarci. Ah, la fantasia dei napoletani: rubano e provano a convincerti che qualcuno trama contro di loro.

Advertisment

Siamo all’ennesima partita dove il risultato finale è ancora frutto di un errore. Errore, mica che poi quei titoli del tipo “Juve non così”. Errore, mica che poi Sky o Varriale accennino a qualche aiutino. Sparisce proprio la moviola. Si parla di calcio.

Errore che sparisce dai sommarietti, ci teniamo a sottolinearlo: grande vittoria, plauso ai protagonisti. Poi in dodicesima pagina, in un trafiletto qualsiasi, nascosto fra i paragrafi che parlano di tutto un po’, ecco la frase “ci stava il rigore per il Catania”. Ci stava, ma intanto chi-se-ne-fotte-guaglio’.

Fin qui niente di male. La Juve, che su Giovinco avrebbe da reclamare, vola via. Insieme al Napoli. Inseguendo la Roma. Solo che lo so già: torneranno a rompere al prossimo errore proJuve. A quel punto, non sarà solo errore. Sarà un #gomblotto.

Advertisment