Menu Chiudi

Un Pirlo divertente e un Conte che diventa “una bestia”

Poche volte la Gazzetta è utile. Oggi lo era perché Alciato, giornalista sportivo, ha concesso un’anteprima del libro che Pirlo ha scritto per i suoi fan. E sono tanti.

Advertisment

Questi fan saranno sorpresi da un Pirlo anche molto diverso da quello che vediamo in campo. In realtà non tanto una sorpresa: l’intelligenza è totale e Andrea da Brescia ha dimostrato durante la sua carriera di averne a sufficienza, certamente più degli altri.

Intelligenza è per esempio abbandonare la discussione con Mister Bic (alias Galliani) perché “io mai mi sono sentito pensionato”. Ciao ciao Milan e firma con la Juve.

Advertisment

Alla Juve ha trovato Conte e qui il mio innamoramento subisce un peggioramento: adoravo Conte, ora di più.

E allora ho riletto il mio post su quel famoso Milan-Juve 1-0 quando avanzai diverse strane teorie. Pirlo rivela una delle frasi che scriverò sui miei muri di casa: “Con quelli là, non ci posso credere. Stiamo perdendo con quelli là, che giocano pure male”. Immenso Conte, immenso Pirlo.

Poco più di 24 ore alla sfida col Milan. Pirlo guiderà la regia, agli effetti speciali Vucinic. Di certo c’è che la Juve non saluterà Pirlo con una penna. Santo il giorno in cui Allegri decise che Pirlo doveva giocare a sinistra.

Advertisment