Menu Chiudi

Pirlo: il valore di un genio

Questione di classe, questione di idee. Andrea Pirlo stupisce, stupisce ancora dopo averlo fatto per 10 anni con un’altra maglia. E quella bianconera la indossa con una naturalezza disarmante.

Advertisment

Un’arma in più, una soluzione per Conte e non già un problema come qualcuno ha tentato di dire a inizio anno. Forse mentendo a se stesso perché i campioni non rappresentano mai un problema, soprattutto se si nascondono dietro un animo pulito e sincero come quello di questo ragazzo di Brescia. A 32 anni, dopo tanti trionfi, può capitare di mollare un attimo, rilassare i muscoli e pensare ad altro. Invece questo ragazzone di 32 anni, lo ripetiamo, corre e lotta come e più di tutti, mettendoci una grinta a tratti stupefacente, come mai fatto in maglia rossonera.

Advertisment

Andrea Pirlo

Che spettacolo: il 21 di Zidane sulle spalle di Andrea Pirlo

Spinge e incoraggia, recupera e imposta. Capacità aerobiche incredibili che, unite alla strepitosa classe che possiede, ne fanno uno dei centrocampisti più forti al mondo, se non il più forte al mondo in questo momento (visto il calo di Xavi). E non è finita.

Due gol in stagione più 11 assist: numeri che aiutano la Juve a rimanere lassù. E pensare quanti suoi passaggi sono stati sprecati davanti al portiere. Perciò ci fa sorrdere il fatto di potergli mettere davanti un bomber vero, uno di quelli alla Trezeguet per capirci, uno di quelli capaci di sfruttare costantemente le sue geniali idee.

Advertisment