Menu Chiudi

Pizarro vice Pirlo? Magari

L’anno scorso gennaio fu un mese caldissimo per Marotta. Mese in cui venne concluso l’affare Matri. L’attaccante del Cagliari arrivò con la solita formula e convertì pienamente l’investimento in numero di gol.

Advertisment

Quest’anno, diversamente da 12 mesi fa, gennaio sarà ancora un mese caldo, ma stavolta Marotta è chiamato a un lavoro di qualità: fare in modo che la rosa possa sopportare i mesi restanti e conservare il vantaggio di classifica. Vantaggio che determina, al momento, il primo posto. Vantaggio che i tifosi e Conte non intendono mollare. Se non dopo aver sputato sangue, sudato e messo in campo tutto il potenziale di questa rosa.

Advertisment

Ecco il punto: il potenziale di questa rosa non è certo basso, anzi. Il lavoro di Conte è poi riuscito a far rendere al 120% tutte le caratteristiche e qualità dei singoli. Almeno quelli che sono stati impiegati.

E ora si parla di un vice Pirlo, praticamente la chiave di volta, l’iniziatore di ogni manovra, il faro che fa splendere ogni giocatore che gli ruota attorno. Andrea Pirlo non le può giocare tutte. Andrea Pirlo avrà bisogno, frattanto, di riposare un po’. In tal caso chi mettiamo al suo posto? Qui si inserisce l’idea nuova: David Pizarro.

Il romanista non sta certo vivendo un momento d’oro a Roma. Come tutta la Roma, in netta ripresa comunque. Ed è un regista puro: baricentro basso, cervello veloce, ottima tecnica, buoni tempi. L’ideale per sostituire un elemento come Andrea Pirlo. E non sembra che a Roma stiano facendo pressioni perché il giocatore non venga ceduto.

Advertisment