Menu Chiudi

Prandelli gela Della Valle

Prandelli ha parlato e il risultato è che la Juve ha molte possibilità di poter arrivare al tecnico viola. Se Della Valle si aspettava una lettera d’amore che avrebbe avuto l’unico effetto di far incazzare di più il popolo fiorentino, allora i fratelli padrone della Fiorentina saranno un tantino delusi. E vorrei ben vedere.

Advertisment

Ti cerca e ti chiama la Juve per l’ennesimo progetto di rinascita da quattro anni a questa parte. Ti cerca e ti chiama la Juve pronta ad offrirti un organico comunque ottimo e un po’ di soldi da investire nel prossimo mercato. Senza contare che un po’ di uomini Prandelli se li ritrova: da uno dei migliori difensori al mondo come Chiellini a Melo, da Diego a molti giovanotti. La Juve non è da buttare, la Juve ha semplicemente due problemi: uno si chiama Blanc e uno si chiama Elkan. La mia paura però è che nulla cambi perché tutto deve cambiare. Detto in altri termini: via Zac e un po’ di cadaveri che prendono un lauto stipendio, dentro Prandelli e altri acquisti, ma con questi due imbecilli sempre al comando. E il solo Bettega non basta e non può bastare.

Advertisment

A me Prandelli piace, ma grava sulla sua testa il fatto di non aver mai vinto. Costruisci costruisci, cresci cresci ma, caro Cesare, non hai mai raccolto. Certo i risultati, rapportati al contesto in cui sono stati conquistati, sono dalla sua parte. Prima a Parma, ora a Firenze, con molti giovani lanciati e parecchia gente dal carattere difficile domata. Io sto con Cesare, solo se gli altri obiettivi sono realmente inavvicinabili (Capello, Lippi).

Con Prandelli probabilmente i vari De Ceglie e Giovinco potranno crescere con molta tranquillità, mentre gente come Diego e Melo potrebbe giovarne in serenità mentale. Prandelli sa come mettere la squadra in campo e farla giocare bene e probabilmente indicherà alcune pedine interessanti. Ma è ancora troppo presto, c’è molto, moltissimo da fare.

Advertisment