Menu Chiudi

Qualcuno lo spenga

Riportiamo dalla conferenza di Max Allegri:

Advertisment

La Juve? Io ho provato a sdrammatizzare ma qualcuno non ha capito, chiudo con le battute ironiche, parlerò solo col permesso di Marotta.

Caro Allegri, ma non ti sembra adesso di tirare troppo la corda? Il gioco è bello quando dura poco, ma forse questa regoletta che i nostri genitori ci hanno inculcato da piccoli tu pare l’abbia dimenticata.

E allora basta! Parli di teatrino e qua l’unico personaggio che rimane a fare battutacce da spettacolino sei tu.

Hai più sentito una parola da parte della Juve o di un suo tesserato? Hai sentito una sola lamentela sull’arbitro sabato sera?

Eppure, al di là dello spettacolo mostrato sabato scorso, e che abbiamo ampiamente commentato, resta il fatto che la solita “bischerata” antijuve non è mancata in quanto Dramé, che poi ha segnato, doveva stare sotto la doccia da almeno 20 minuti.

Advertisment

Invece? Muti! Nessuna lamentela.

Fosse successo alla sua squadra chissà quante interrogazioni parlamentari e ore di trasmissioni televisive con i vari Crudeli, Suma et similia a starnazzare a destra e manca.

In un paese normale poi qualche procuratore sportivo con le p***e avrebbe gia mandato gli ispettori a verificare quanto successo a Palermo con il suo degno compare di teatrino Zamparini che annunciava urbi et orbi che la sua squadra avrebbe perso. Magari se ci indicava anche il risultato esatto ce la giocavamo. Fatto è che in campo c’erano 11 giocatori che correvano e 11 … monumenti. Nel vero senso del termine. Che strano! Poi questi monumenti quando giocheranno con la Juve chissà perché correranno come matti.

Ciò nonostante noi muti.

Lei invece ci regala continuamente le sue perle condite di umorismo toscano.
Vuole l’applauso? Ok, eccolo! Clap Clap Clap
Ma adesso basta! Le sue battute non ci fanno più ridere.

E vuole sapere un’altra cosa? In Champions spero proprio vi facciano fuori. Magari negandovi qualche rigore sacrosanto e annullandovi qualche gol regolare.

Che poi ridiamo noi!

Advertisment