Menu Chiudi

Quanti sono gli scudetti della Juve? Ecco l’unica risposta possibile

Domanda che non avrebbe senso di esistere se non in itaGlia, luogo molto frequentato, uno dei più belli in assoluto al mondo. Perché è il Paese più libero e creativo: si può passare da nipote di Mubarak grazie ai voti del Parlamento, si può essere i peggiori criminali, ma in giacca e cravatta, si possono guadagnare cifre altissime immeritatamente e via così. Tutto questo permesso da chi dovrebbe controllare e scrivere, ma non lo fa. Per inciso sono i giornali italiani legati a doppio filo col potere di turno. Il potere di turno è solitamente l’editore. L’editorie, che è il potere di turno, ha sempre affari personali da proteggere, da insabbiare, e nemici contro cui scagliare i propri giornali.

Advertisment

E così la domanda necessita ora una risposta.

Abete e Albertini non li contiamo nemmeno: non riconosciamo la loro funzione nè, tanto meno, la loro obiettività. Uno non conta nulla, l’altro fa fatica a togliersi di dosso una maglia. Come vedete i due personaggi sono scambievolmente adatti a questa definizione.

La cosa più preoccupante è la posizione di certi juventini, o presunti tali. Tipo quel Beccantini di turno che dovrebbe scrivere un altro libro, stavolta col titolo “Juve ti amo lo stesso… anche se non ti tifo”. Perché soltanto uno che fa finta di essere juventino può dire certe scemenze.

E la cosa ancora più preoccupante è che si prende sempre a metà quello che arriva dai tribunali.

Advertisment

Doping? Addirittura qualcuno riscrive la storia a proprio piacimento.

Calciopoli? Apriti cielo: una serie di minchiate fatte passare per verità, il tutto per nascondere la vera Calciopoli che non riguarda minimamente la Juve.

E allora prendiamo per buono quanto detto dai tribunali. Cosa scopriamo? Due cose semplici, semplici, semplici:

  1. il campionato 2004/2005 è stato regolare. Non lo dice la Casoria, buona da lunedì al mercoledì, ma non dal giovedì alla domenica, ma lo dice proprio la sentenza che ha scaraventato in B la Juve: curioso, eh?!?
  2. nel campionato 2005/2006 non si sono trovate prove contro la Juve, anzi ce ne sono a iosa di segno contrario. Piuttosto ci sarebbe da capire perché sono state ignorate quelle contro Galliani e Moratti… ma il motivo lo sappiamo benissimo.

Chi ha tolto gli scudetti alla Juve ha un nome: Guido Rossi, senza il parere dei saggi. Anzi contro il parerer dei saggi. E contro le regole: senza prove non si può attuare nessun tipo di pena.

Quindi quanti sono gli scudetti? Sono 30. Piuttosto non sono affatto 18 quelli di una squadra, perché andrebbero sottratti 4 Tornei Aziendali e 1 incautamente cucito. Il caso è chiuso.

Advertisment