Menu Chiudi

Real Madrid-Juventus 2-1 Va già meglio

Va meglio. Non benissimo, ma certamente meglio. L’atteggiamento è quello corretto, purtroppo la sfortuna va a braccetto con altro, in questo periodo.

Advertisment

La Juve, in 10, mette paura al Real. Un po’ di stanchezza e un po’ di sconforto. Si poteva perfino osare, cosa che Conte ha fatto solo negli ultimi minuti. Ad averci più Tevez in questa squadra, ma la ripresa è iniziata.

Dal rosso di Chiellini all’idiozia di Chiellini sul rigore (evitabilissimo, perfino fin troppo fiscale se poi su Vidal non fischi nulla), passando per uno stupendo Caceres. A conferma che se gli esterni si propongono, allora le idee di Conte cominciano a girare.

Advertisment

Juve ferma a 2 punti in classifica, certamente indietro rispetto rispetto a Real e Galatasaray, ma nulla è perduto con questo tipo di atteggiamento. Verrebbe da dire “ripetiamo quello che abbiamo fatto lo scorso anno”.

Di sicuro questo Real Madrid non è il massimo della vita. Tante mancanze, poca sostanza nella fase difensiva, perfino molto disordinato. Insomma: la Juve al top, magari in 11 contro 11, avrebbe fatto pieno risultato. Ora bisogna continuare su questa strada. Che è la strada del recupero mentale: torniamo Juve se siamo convinti di voler fare la Juve. Di correre e pressare, di costruire trame di gioco interessanti, con volontà e gamba.

Conte può essere sereno. La stagione è ancora lunga, molto lunga. Il vero obiettivo, cioè il terzo scudetto di fila, è alla portata. Con i giallorossi che prima o poi si fermeranno. E con avversarie che irresistibili non lo sono. Tutto dipende dalla Juve: se fa la Juve, allora non ci sarà storia.

Advertisment