La vittoria è sempre la migliore cura. Ammorbidisce i difetti, rende più buoni e felici e aiuta a nascondere periodi di delusione. Ora, senza esagerare, la Juve è incappata in due brutti pareggi: niente di allarmante. Ma bisogna ripartire.

Advertisment

I tifosi non chiedono altro se non una Juve affamata, cattiva, col giusto agonismo e la voglia di sudare per una maglia indossata con grande onore sino a qui.

Idee tattiche a parte, è l’atteggiamento che non è piaciuto a molti tifosi e l’atteggiamento è il primo tassello per qualunque tipo di impresa. Lo sappiamo bene. Va recuperato.

Advertisment

La settimana agli ordini di Mister Conte aiuterà di certo a ritrovare il giusto spirito e la giusta concentrazione. Domani pomeriggio è il turno del Verona e l’obiettivo è soltanto uno: riprendere i 3 punti, tornare alla vittoria. Magari facendo le corrette scelte di formazione, senza rischiare di spompare alcuni uomini e senza rischiare quelli in condizioni precarie.

Il rientro di Marchisio è prossimo, mentre su Simone Pepe il giallo comincia a diventare thriller: quanto ci servirebbe la sua corsa sulla destra, giusto per variare un po’ il nostro modo di giocare in attacco.

E chissà, forse pure Llorente finalmente scenderà in campo.

Advertisment