Menu Chiudi

Sapessi come è strano… il ritiro senza il Capitano

Eh sì, 19 anni non si scordano facilmente. E come fai? Con quei numeri spaventosi e tutta quella mole di ricordi, quasi tutti positivi. Quelli negativi si contano davvero sulle punta delle dita di una mano: l’infortunio in quell’ottobre maledetto, la finale bacata di Euro2000, le tre champions perse in finale, il diluvio di Perugia. E poi?

Advertisment

Poi una caterva di magie, di gol, di presenze, di linguacce, di corse in quel campo così lungamente dominato da un talento sconfinato.

La prima estate senza Alessandro Del Piero è cominciata. Il primo anno senza il Capitano dei Capitani, uno dei più amati. Di certo uno che i record li terrà ben stretti forse per sempre visto come è cambiato il calcio.

Advertisment

La Juve si ritrova a Chatillon dopo quel 1995, quando proprio Alex Del Piero ereditò da Roberto Baggio la maglia numero 10. Giambattista Vico sarebbe contento di questi corsi e ricorsi storici. A chi la maglia numero 10? Per il momento ancora ad Alessandro Del Piero a vedere le bancarelle e a leggere le statistiche di vendita. E’ sempre lui, anche quando non c’è, a monopolizzare i sogni dei bambini arrivati a Chatillon.

E dopo il 1998 toccherà a qualcun altro indossare la fascia di Capitano e guidare l’11 che scenderà in campo. A Gigi Buffon, altro uomo di indubbio talento, altro uomo vero e bianconero vero. Resta da capire se oltre a Pirlo e Buffon ci siano altri in grado di rilevarne l’impressionante carisma . Le nostre speranze sono tutte rivolte verso Claudio Marchisio, uno dei ragazzi per bene che vestono la maglia Juve e che ha tutte le caratteristiche di personalità per essere un leader vero.

Intanto si comincia. La Juve è al lavoro… senza il suo Capitano. Mamma come è strano!!!

Advertisment