Menu Chiudi

Scagionati Pepe e Bonucci, ma Di Martino insisterà ancora

Ennesima smentita. Ormai non le contiamo più perché il numero è davvero elevato.

Advertisment

Piuttosto ci preoccupa il silenzio attorno a Inter-Chievo e Milan-Bari. Su questa partita ci piacerebbe raccontare una smentita, un pentito che dica qualcosa a difesa di questo match, ma nulla. E Di Martino continua a insistere su “ex juventini”. Forse a molti sfugge questo piccolo particolare: la Juve non è minimamente implicata nel calcioscommesse, poiché i possibili giocatori tirati in ballo erano a quel tempo tesserati per altre squadre. Questo ipotizzando il coinvolgimento di questi giocatori.

Ma da Masiello arriva una secca smentita, perfettamente convergente con le dichiarazioni di Bonucci ormai parecchi mesi fa:

Advertisment

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti e secondo alcune testimonianze, l’ex difensore del Bari avrebbe telefonato a Simone Pepe, in presenza di Bonucci, di Belmonte e anche di Andrea Masiello, e avrebbe cercato di corromperlo per quella partita. Pepe avrebbe rifiutato. Tale ricostruzione, però, sarebbe stata smentita oggi da Salvatore Masiello, che non avrebe confermato questa telefonata. Una circostanza già negata da Bonucci, che aveva smentito di essere stato presente a quell’incontro perchè in quel momento convocato dalla Nazionale.

Niente da fare, dunque. Dopo le decine di smentite a favore di Antonio Conte ecco arrivare anche le smentite pro Bonucci e Pepe.

Caro PM, che si fa? Si indaga pure su altri o la faccenda deve essere insabbiata? Come sempre, da almeno 6 anni?! Ci pare fin troppo esagerata questa ossessione per l’ambiente juventino, quando i fatti sembrano dimostrare davvero l’esistenza di pericolosi equilibri fra scommesse e big di Serie A. Dispiace, fra queste big non c’è la Juve.

Advertisment