Menu Chiudi

Sconcerti: “Che l’Inter spieghi Calciopoli”. No, spieghi lei invece…

Mario Sconcerti, un nome… una garanzia purtroppo. Cambia opinione ogni giorno dispari del mese, mentre nei giorni pari è costretto a smentire se stesso per il giorno prima e a proporre un nuovo concetto. Sempre nuovo, sempre diverso. Doveva fare lo scrittore per così grande energia creativa, invece si ostina col giornalismo.

Advertisment

E allora, in base a ciò, siamo a noi a chiedere a Sconcerti di spiegare: spieghi lei invece di chiedere a Moratti.

Ah, già, forse non conoscete cosa ha suggerito e ispirato questo articolo. Il dottor Sconcerti (chiamano Galliani “dottore”, almeno Sconcerti se l’é meritato con una laurea) ha scritto un nuovo articolo su Calciopoli. Sul sito del Corriere dice:

[a proposito dell'affaire Telecom] Essendo dunque una storia reale va subito detto che è stata qualcosa di terribile, sconvolgente e non degna del Moratti limpido e al di sopra di tutto che sono abituato a vedere. Che sia per sbaglio o per amore siamo dinnanzi a una società che fa pedinare un suo giocatore e che mette sotto controllo il suo telefono. Credo che questa società sia giusto che o spieghi tutto, o taccia per parecchio tempo.

Advertisment

Un primo appunto lo facciamo volentieri: la parte finale è il miglior consiglio, fraudolento, che si possa dare a Moratti che dietro il silenzio si trincera ormai da 6 anni. Già, e cosa potrebbe mai dire uno che si è macchiato delle peggio irregolarità nel mondo del calcio? In campo e soprattutto fuori dal campo, anche se nessuno gliene chiede contezza.

Il secondo appunto è distogliere l’attenzione su un fatto che Sconcerti omette volontariamente: il problema sarebbe Vieri? Sarebbe davvero aver pedinato Vieri? Semmai il problema, caro Sconcerti, è il dubbio, anzi la certezza, di aver pedinato metà calcio italiano, principalmente arbitri, designatori, dirigenti avversari. La domanda sarebbe quindi: l’Inter che vantaggio ha ottenuto da tutta questa vicenda squallida e palesemente irregolare?

Allora ci spieghi lei Sconcerti come potete ancora stare in silenzio e addirittura suggerire questo stesso “silenzio” a Moratti? Ma, ancora più tragico è: come avete potuto ignorare una vicenda che venne già a galla parecchi anni fa? Dove siete stati voi giornalisti professionisti mentre poveri cristi di tifosi trascorrevano le notti a indagare e a leggersi migliaia di carte a computer? A studiarle, a cercare di tirar fuori la verità riuscendovi, peraltro?

Ma che razza di lavoro omertoso avete fatto in questi anni, salvo ora fare i finti scandalizzati di fronte alla più becera evidenza?

Non ci prenda in giro Sconcerti e segua lei stesso il suo consiglio: stia in silenzio per parecchio tempo. Altrimenti… cominci a lavorare da buon giornalista!

Advertisment