Menu Chiudi

Se Messi imita Pirlo

Fra gentiluomini ci si accorda sempre. Lionel Messi, l’uomo più forte al mondo nel gioco del calcio (e in prospettiva non si ha l’impressione che esista qualcuno che possa scavalcarlo) e ragazzo per bene, confessa di essersi ispirato ad Andrea Pirlo per battere la punizione-gol contro l’Uruguay.

Advertisment

Fra geni ci si capisce e Pirlo ha subito ringraziato, domandando con curiosità se la notizia della menzione fosse reale. E’ reale e conferma ancora una volta lo spessore umano di un ragazzo di Brescia che continua a stupire.

Mi vengono in mente le nostre stesse critiche e quelle degli altri. Indubbio sottolineare come il livello medio di rendimento in questo avvio di stagione si avvicina poco al livello extraterrestre dello scorso anno. Diverse contingenze, diversi contesti, impossibile paragonare un anno con un altro. Vien da ridere a fronte dei tre gol già realizzati con la maglia bianconera e al gol su rigore con la maglia dell’Italia. Se questa è crisi…

Advertisment

Mi vengono in mente pure le parole del Milan che scrisse sul sito, mostrando una foto falsa come Giuda, della violenza di Andrea Pirlo e del perché non fossero stati presi provvedimenti contro di lui. Gesto ignobile per l’idiozia del contenuto e per la scarsa eleganza del comunicato dopo i 10 anni in rossonero del regista bresciano. Lo stile, si sa, non si può acquistare.

Se Messi imita Pirlo, alla luce della candidatura al Pallone d’Oro dove figurano ben 3 juventini (Buffon e Marchisio gli altri due), allora vuol dire che la Juve è tornata la dove doveva tornare. Perché se Messi imita Pirlo vuol dire che ha visto Siena-Juve, certamente ha rivisto Siena-Juve in forma di highlights e sinceramente poco importa. Vuol dire che la visibilità è tornata massima per il popolo bianconero e allora vien da farsi una domanda: che ne pensano all’estero di questo sistema italiano?

A Londra, in una manifestazione ufficiale UEFA, campeggiava il numero 30 quando si è trattato di ricordare gli scudetti bianconeri. E quando Andrea Agnelli ha ricordato le sentenze dei tribunali in merito a Farsopoli è stato forte il sospetto che la platea non è rimasta affatto sorpresa: e chi glielo dice ora a quelli della Gazzetta che sputtanare così la propria dignità professionale e umana è stato inutile?

Perché se Messi imita Pirlo in Siena-Juve… è certo che pochi hanno trovato un episodio a cui ispirarsi in Milan-Inter.

Advertisment