Menu Chiudi

Se i tifosi juventini credono a Suma

Chissà perché ogni tanto amiamo farci del male. Con i metodi peggiori, fra l’altro. Fra questi metodi peggiori annoveriamo Mauro Suma, un uomo un perché. Uno che col giornalista c’azzecca quanto Cicciolina con la pudicizia.

Advertisment

Suma che parla di Juve è attendibile? Maddai (cit. Mughini), non scherziamo e passiamo avanti. Invece addirittura il tifoso juventino – almeno quello poco accorto, lasciatemelo dire – incurante di anni di disinformazione palese, continua imperterrito a farsi prendere per i fondelli.

Magari sarà il caso di sottolineare ancora una volta un paio di cose.

Primo: la Juve è tornata a vincere con Antonio Conte e Beppe Marotta, più tanti altri personaggi che lavorano più o meno sullo sfondo. La Juve è tornata a essere squadra già dietro le scrivanie, e quindi anche in campo. Non lo dimentichiamo perché sarebbe il primo passo verso un altro periodo nero.

Advertisment

Secondo: la Juve da 18 mesi non ha rivali in Italia. Avesse tenuto alta l’attenzione fra gennaio e febbraio a quest’ora il campionato sarebbe stato matematicamente chiuso. In fondo è anche più divertente così. La sensazione è che tale predominio possa serenamente continuare nei prossimi due barra tre anni.

Terzo: le difficoltà a livello di mercato sono pesantemente condizionate dalla Proprietà. La Proprietà non è composta da Marotta e Nedved, ma solo parzialmente da Andrea Agnelli. A meno di credere a quelli della Gazzetta e a Suma, la situazione della Proprietà della Juve è talmente complessa che in Italia pochi hanno gli strumenti per capirci qualcosa. Essere, quindi, a questo livello di competitività è già un miracolo che Conte non perde tempo a evidenziare.

Quarto: Marotta può essere tranquillamente licenziabile, poi chi prendiamo? Branca? Sabatini? Lo stesso Galliani che deve aver bisogno di vagonate di miliardi o di qualche mossa politica per emergere? A me piace Moggi, piacerebbe pure un Bettega di nuovo ai comandi, ma così va il mondo e in questi 18 mesi ho goduto come poche volte anche grazie a Marotta.

Quinto: davvero il tifoso juventino sprovveduto crede alle fandonie di Suma e compagnia cantante? Gente che ha già venduto la dignità ai colori per cui tifa e che fa l’analisi del momento Juve o del futuro Juve? Se la risposta è sì, allora siete pregati di lasciare questo blog e abbonarvi a Milan Channel. Buona visione.

Advertisment