Menu Chiudi

Secondo Bargiggia Juve debole, secondo noi?

Deliri, ultimi rantoli di gufate, affannose parole per nascondere il deludente mercato bianconero: Pogba e Vidal sono rimasti, alcuni acquisti interessanti, mentre le concorrenti hanno acquistato ma anche ceduto pezzi importanti.

Advertisment

Deliri, ultimi rantoli di gufate andati in fumo con l’ultimo giorno di calciomercato. Ma la Juve c’è.

C’è a tal punto che Arturo Vidal sembra perfettamente recuperato dall’infortunio primaverile. E Vidal in mezzo al campo vuol dire tanta roba, come testimonia anche la partita contro il Chievo. Con lui addirittura Pogba, apparso, se possibile, ancora più sicuro e forte rispetto allo scorso anno.

Mancherà Pirlo, per garantire un minimo di equilibrio in campionato già alla partenza, ma quel Marchisio è perfetto in quel ruolo. Aggiungiamo Pereyra e Romulo, validissime alternative, insieme a Evra e al recupero di Pepe. Forse è mancato un centrale difensivo, ma Ogbonna ha rifiutato tutto quello che è stato recapitato a Marotta.

Advertisment

Coman e Morata da valutare, ma il francese è partito benissimo, mentre lo spagnolo è ormai quasi recuperato.

A tracciar una linea e dare una valutazione, su carta, del mercato bianconero non possiamo certo essere scontenti. Tutt’altro. Molti di noi erano preparati a scrivere dell’addio di questo o quel fenomeno. Sono rimasti tutti.

Di più non si poteva fare. 60/70 milioni per Falcao era impensabile. Così come gli oltre 80 per Di Maria. Per il tesoretto speso dal Real ha già portato a una clamorosa sconfitta in campionato, per di più in rimonta, con la lucida analisi di Cristiano Ronaldo contro il Presidente Perez.

Ora la palla passa a Max Allegri. Tocca a lui fare didattica, qualunque sia il ruolo, in base ai giocatori più in forma, a quelli che garantirebbero il massimo rendimento. Finora il gruppo si è espresso positivamente sul tecnico toscano.

Gli obiettivi? Campionato, andare più lontano possibile in Champions League e in Coppa Italia. E regalare altre delusioni ai Bargiggia di turno.

Advertisment