Ci sarà da lottare, da aggredire ogni metro di campo cercando anche di offendere, segnare e portare a casa una vittoria. Senza troppo sbilanciarsi perché potrebbe perfino bastare un pari. Una cosa certamente non bisogna fare: prestare l’orecchio a quel che succede a Londra. Siamo padroni del nostro destino e quindi avanti da soli.

Advertisment

E’ l’ultima senza Conte e allora… vinciamo anche per lui.

Advertisment

Rispetto a sabato sera cambia il modulo col ritorno di Chiellini. Solito 3-5-2 con Asamoah che riprende il posto a sinistra. Lo squalificato Marchisio verrà sostituito da Paul Pogba alla sua prima da titolare in Champions. Il ragazzino è il futuro bianconero, ma deve essere sempre più il presente. Torna Vidal e lì in mezzo al campo ci sarà da lottare.

Dubbio in avanti, in realtà il dubbio è puro gusto infatti Giovinco e Vucinic si spartiranno le ultime due maglie da titolare. Quagliarella in panchina: un po’ perché Conte crede nel montenegrino che sta faticosamente recuperando la migliore condizione, un po’ perché crede in Giovinco, un po’ perché vuole usare il pugno duro con Quagliarella e secondo me fa bene.

Ultimi novanta minuti, poi se sarà passaggio nelle casse bianconere verranno versati circa 10 milioni di euro. Utili per un buon mercato di gennaio.

Shakhtar-Juventus: i probabili 11 di Conte

Shakhtar-Juventus: i probabili 11 di Conte

Advertisment