Menu Chiudi

Le condanne di Via Solferino…

Ci risiamo! Ancora una volta, l’ennesima prima di una partita importante per la Juventus, in questo caso la finale di Coppa Italia contro il Napoli, il giornale anti juventino per eccellenza, la Gazzetta dello Sport, sputa fango e addirittura sentenze sull’allenatore della Vecchia Signora Antonio Conte.

Advertisment

Nell’articolo della rosea si scrive che Antonio Conte, nella passata stagione, ha partecipato alla combine di Novara – Siena, valida per il campionato di serie B. Secondo quanto si evince dai verbali dell’interrogatorio a Filippo Carobbio, l’allora allenatore del Siena non solo si è macchiato dell’omessa denuncia sull’illecito sportivo, ma addirittura ci sarebbe un coinvolgimento diretto dello stesso nella combine. Carobbio afferma, inoltre, che sarebbe stato proprio Conte a dire in riunione tecnica dell’avvenuto accordo, per di più con il coinvolgimento delle due società.

Non finisce qui, oltre a Novara-Siena finita 2-2, Carobbio cita anche un’altra partita che sarebbe stata combinata, Albinoleffe-Siena. La squadra orobica aveva bisogno di quei 3 punti per non retrocedere direttamente, ma per accedere ai play-out ed in effetti il risultato finale fu la vittoria dei bergamaschi per 1-0. In questo caso, già dopo la gara di andata i giocatori del Siena chiesero a Carobbio di sentire qualcuno dell’ Albinoleffe per accordarsi sull’ eventuale risultato finale a vantaggio di chi avesse più bisogno di punti.

Si parla quindi di una maxi squalifica fino a 5 anni per Conte e non solo 6 mesi fino a un anno come si indicava in precedenza per omessa denuncia.

Advertisment

Io mi chiedo e molti juventini si chiedono perché proprio a pochi giorni dalla finale come già successo prima della gara con il Palermo (possibile soprasso sul Milan) e poi prima della gara con la Roma (possibile più 3 sul Milan) vengono sempre fuori queste accuse?

Poi perché viene sbattuto in prima pagina solo Conte e non ad esempio anche Tesser o altri giocatori visto che entrambe le società sapevano?

Perché non si aspetta a scrivere certi articoli verificando certe accuse?

Noi juventini molte risposte le abbiamo già, a questo punto nulla ci può stupire e di sicuro nessuno starà fermo a guardare. Premetto che personalmente se davvero Antonio Conte fosse coinvolto è giusto che sia punito, ma senza prove concrete e inequivocabili, tutti hanno il diritto della presunzione di innocenza sino alla condanna definitiva, come sancito anche dalla Costituzione all’ art. 27. 2!

Per concludere, non si può infagare più volte un uomo che fino a prova contraria si è dimostrato leale e corretto dentro e fuori dal campo. Mi dispiace ma questa, secondo me, è tutt’ altro che informazione, si chiama persecuzione!

Advertisment