E’ il tema caldo in casa Juve. Forse più nei forum, nei blog e sui social media: un top player o due buonissimi giocatori?

Advertisment

Qualche giorno fa abbiamo proposto la coppia Destro-Jovetic: giovani, grande promessa il primo, grande realtà ormai il secondo. Più accessibili di un top player, visto che insieme guadagno pure meno del giocatore di grande rango. Marotta sta lavorando sotto traccia, crediamo, a un grande nome. Ma tale ipotesi è al vaglio dei dirigenti bianconeri. Una sorta di piano B, come lo fu la scorsa estate che ha comunque prodotto l’arrivo di Vucinic.

Advertisment

E di ieri sera l’annuncio, nonostante la stramba smentita di Moratti, che Pazzini è sul mercato. La valutazione pagata un anno e mezzo fa è di fatto dimezzata. Oggi il Pazzo non può valere più di 6/8 milioni di euro. Qualche fonte vicina alle milanesi ha addirittura parlato di uno scambio con la Juve che prevede l’inserimento del cartellino di Krasic. La voglia di rifilare un pacco ai nerazzurri è forte, ma crediamo fermamente che Marotta debba cederlo solo all’estero, e per denaro contante (al più inserito in qualche proficuo scambio). Mentre Pazzini alla Juve scalzerebbe uno tipo Matri: come quarto attaccante potrebbe andare, ma Conte preferirebbe il ritorno di Borriello. Il giocatore non rimarrà alla Roma e la società giallorossa non potrà certo chiedere più di 3/4 milioni di euro. A Torino sono convinti che Marotta stia attendendo l’ultimo giorno utile per strapparlo a una cifra veramente ridicola. Conte è convinto di poterlo plasmare e usare al meglio.

La deduzione di questo ragionamento, al netto dei nomi citati, è che Quagliarella e Matri non sono assolutamente certi della permanenza in bianconero. Conte ha già Vucinic e Giovinco e sta cercando una grande prima punta. Su Destro si continuerà a trattare: a 21 anni conviene mantenere vivo il canale con Siena e Genoa. Piuttosto non si registrano passi ufficiali verso Jovetic: con lui Conte riproporrebbe uno schema molto simile al Barca. Attacco leggero, tutto tecnica e velocità. Da non disdegnare.

A questo punto l’attacco potrebbe essere completato da due ottimi giocatori. Per caratteristiche tecniche uno potrebbe essere proprio Quagliarella (che piace a Conte più di Matri), l’altro… Borriello o Destro. In generale il conteggio dovrebbe essere di 3 punte molto tecniche e di 2 punte pesanti.

Advertisment