Siamo agli istanti finali di una comica. Ultimi respiri di SportMediaset, una sorta di arma nelle mani di pochi. I soliti.

Advertisment

L’episodio è talmente ridicolo che anche raccontarlo è vergognoso. Ma diamo un nostro commento all’ennesimo obbrobrio.

In questi giorni è in atto una sorta di disinformazione totale sulle sorti della Juve. Manca poco e si parla di un acquirente cinese o taiwaniano che tolga di mezzo Andrea Agnelli e Marotta. Questa Juve dà fastidio, anche più di quella di prima capitanata da Moggi e Giraudo e fatta fuori dai vertici del calcio italiano.

Ci hanno già provato con Antonio Conte e continuano a provarci: va via a gennaio, rescinde il contratto a febbraio, forse litiga a marzo, di sicuro ad aprile si incazza e viene licenziato, a giugno firma per l’Arsenal, anzi per il Manchester, salvo che PSG o Monaco non avanzino l’offerta.

Advertisment

L’obiettivo è indebolire la Juve. E se Conte reagisce con silenzio e col lavoro sul campo, allora perché non tentarci con i giocatori che stanno dettando legge in Italia?

Il capitolo Vidal è stato purtroppo chiuso dal ragazzo che ha apposto la firma sul rinnovo di contratto. Eppure già giravano cifre: 40 milioni di euro, a luglio, forse già a gennaio. Meglio darlo via, anzi la Juve non può trattenerlo e via così.

Ci riprovano con Pogba. Da giorni girano altre cifre: 45 milioni di euro, poi ieri si è passati a 60, con 7 o 8 milioni di euro di ingaggio per il ragazzo. La verità è che Marotta sta lavorando a un rinnovo molto sostanzioso: fino al 2018, con ingaggio che supererà i 3 milioni di euro. Una società che vuole primeggiare non può vendere Pogba. Lo sa Marotta, lo sa Conte, lo sa soprattutto Andrea Agnelli. Il bilancio bianconero non è in pericolo. E allora, ecco il jolly.

Il jolly giornalistico se l’è giocato la redazione di SportMediaset. Nel servizio su Pogba la parola è stata ceduta a Cobolli Gigli. Non Marotta che di professione fa l’a.d. bianconero, non Andrea Agnelli che è ufficialmente il Presidente della Juve, ma il grande e inimitabile Cobolli Gigli che di fatto ha confermato come “la Juve sa che deve stare attenta ai bilanci e quindi…” e quindi la Juve deve cedere Pogba. Un servizio ad hoc, costruito per far contento Mino Raiola e il popolo antijuventino. L’ultimo estremo e vergognoso tentativo di destabilizzare l’ambiente e suggerire uno smantellamento.

Consiglio: e perché no un Calciopoli Bis? Marotta capocupola, in fondo, ci starebbe proprio bene…

Advertisment