Menu Chiudi

Tag: bonera

Bonera, Zuniga, Diamanti: rinforzi?

L’errore piú tragico da compiere in questa tornata di calciomercato é lo stesso compiuto in queste sessioni: attendere e sperare.

Advertisment

Se è vero che la speranza é l’ultima a morire, é pur vero che la speranza a un certo punto muore. Dopo tre stagioni la speranza deve allora lasciare spazio all’azione. Netta, decisa. É il discorso fatto da Conte ai giornali, ma soprattutto alla Societá.

Dando per scontato ch i giornali comunque devono riempire un po’ di paginate e che non tutte le news sono verificate, val la pena puntualizzare quanto segue.

Advertisment

Zuniga, Bonera (over 30) e Diamanti non sono i giocatori che ci permettono di allargare il gap con le avversarie in Italia, nè sono nomi in grado di avvicinare la distanza che ci separa dalle big europee. Inoltre, non credo siano nomi piú efficaci di quelli attualmente in rosa e allora non colgo il verbo “rafforzare”.

Anche perché leggo cifre che mi fanno arrossire: 10 milioni di valutazioine per Zuniga e Diamanti, un triennale milionario per Bonera. Marotta non fare scherzi, dopo Bendtner e Anelka ora é arrivato il momento del definitivo e concreto salto di qualitá.

Oggi incontriamo il Real per tirare giú il prezzo di Higuain. Quello é un nome importante. Cosí come puó essere importante l’inserimento di Jovetic. Ai nomi fatti, invece, preferirei qualche giovane.

Advertisment

Brutta chiusura d’anno: sono peggio di Conte

Che ci volete fare. Mi sono silenziato. Ho evitato di postare su questo blog, ho volutamente assentarmi dalla tastiera. Come Rodriguez della Fiorentina… sarebbe stato come tirarmi addosso un po’ di critiche. Ma sono fatto così, forse anche peggio di Conte.

Advertisment

Cominciamo col dire una cosa: annata superba, eccezionale. Non da 10, né da 10 e lode. Pancia piena, sazietà, ma tremenda voglia di vincere, stravincere, strapazzare gli avversari e tremenda voglia di record. Perciò l’incazzatura è pari al godimento.

Non si può chiudere un anno così in quel modo. Un pareggio e una sconfitta. Ma che diavolo hanno combinato? C’era la possibilità di scrivere un’altra pagina di storia, di incamerare un altro record, di migliorare numeri già straordinari, invece si è preferito andare in vacanza con almeno 2/3 giornate d’anticipo. Io ragiono in altra maniera e non sono per nulla contento.

Advertisment

Un po’ di cattiveria in più, anche perché non sarà facile l’anno prossimo ripetere i numeri di questa stagione. Era a portata tutto: record di punti, record di vittorie, strisce di match vinti consecutivamente. C’era pure spazio per migliorare la propria personale classifica: l’hanno fatto solo Vucinic e Quagliarella. Così come mi aspettavo una mente più rilassata, e quindi migliore prestazione, da gente come Giovinco & Co.

Ora mi aspetto un mercato all’altezza. Mi aspetto nomi che non facciano rima con Zuniga o Bonera, tanto per intenderci, perché a quel punto rischierei di rimpiangere i vari Padoin e perfino Lucio. Piuttosto riporto a casa Masi e Rossi o lancerei gente come Beltrame. Almeno questo avrebbe senso per il futuro.

Mi aspetto anche che certe stronzate non si ripetano più, tipo quelle che hanno coinvolto soprattutto Conte nell’ultimo anno.

Serve una Società più forte: sul mercato, in campo e fuori. Fin qui grazie di tutto, ma ora comincia davvero una nuova storia.

Advertisment