L’atmosfera che si respira a Chatillon è unica. Ogni angolo è bianconero, negozi e bar addobbati a festa con maglie e bandiere della Juve. Tante le persone presenti, tutto esaurito nell’allenamento pomeridiano di ieri.

Advertisment

Le prime impressioni dal campo danno un certa idea su quale sarà lo schema prevalente il prossimo anno: il 3-5-2. Caceres viene provato come centrale difensivo di sinistra, potrebbe essere lui l’eventuale sostituto se Chiellini non dovesse essere disponibile per la Supercoppa con il Napoli. Lucio molto pronto fisicamente, spesso in anticipo sugli attaccanti.

Matri e Quagliarella molto determinati, le sirene di mercato danno uno stimolo ulteriore per entrambi. Vidal sembra non risentire della pubalgia perché corre e lotta, qualche scatto a parte con il preparatore ma nelle esercitazioni come nei tiri in porta partecipa senza problemi. Un ottimo segnale.

Mister Conte, il vero top player, passa dalla cura dei movimenti difensivi a quelli offensivi. Cura ogni minimo particolare seguendo da vicino anche i primavera.

Advertisment

Dalla tribuna si alza un coro “Carobbio pezzo di merda“: Conte ride e alza il pollice (non ditelo ai giornali)…

Il Mister appare sereno, ride e scherza con i tifosi quando viene chiamato in causa e sembra non risentire degli effetti di Palazzi.

Nota dolente: tanti i tifosi presenti con la Gazzetta in mano. Si vede che non tutti hanno coscienza della realtà dei fatti!

Ultimo particolare: non si sono visti né Marotta né Paratici… buon segno!

[nggallery id=2]

Advertisment