Menu Chiudi

Tag: fazi

Calciopoli: condannati gli imputati… e il sole gira intorno alla terra!

Alla luce del dibattimento si stabilisce che:

Advertisment

Advertisment

  • Bergamo (condannato) e la Fazi (assolta) non favorivano la Juve, anzi pregavano il Cielo perché perdesse;
  • De Santis era l’arbitro amico di Moggi che faceva perdere la Juve (Inter-Juve 1-0, Palermo-Juve 1-0) o la faceva pareggiare (Juve-Parma 2-2) e si affiliava e poi si disaffiliava (tanto, visti i PM, l’italiano non è importante) a seconda del grado di telefonata trovata;
  • la Cupola era retta da Moggi, non da Fabiani (assolto, eppure era lui che teneva in pugno gli arbitri, tutti assolti), con Bergamo (il milanista che piange a casa quando il Milan perde, il milanista che impone un’attenzione particolare per chi sta dietro, cioè la squadra di Moratti e che da Moratti riceve regali su cui ancora non abbiamo risposta) e mancano arbitri e assistenti, quindi la Cupola era Moggi;
  • Facchetti e Moratti hanno commissionato una indagine illegale e Baldini manovra Auricchio al fine di preparare prove artefatte e artificiali da presentare in aula, aula dove l’accusa non regge al dibattimento: ma questo al collegio giudicante, che ha già tentato di sanzionare la Casoria, che aveva appoggiato ben 3 richieste di ricusazione, non interessa;
  • la Juve è estranea ai fatti, ma la Juve per quei fatti ha pagato e anche profumatamente;
  • Lotito è colpevole perché con Carraro ha manipolato partite, solo che gli arbitri sono stati assolti e Carraro pure, quindi Lotito è colpevole per aver manipolato partite, ma non vi è traccia dei complici o di chi, con lui, abbia provveduto ad attuare la manipolazione;
  • i sorteggi erano regolari, ma il campionato è irregolare lo stesso, sebbene poi le partite non presentino alterazioni visto che gli arbitri sono assolti e le partite non sono state arbitrate tutte da De Santis;
  • Meani è colpevole, ma Galliani è innocente: come dire che il boia è colpevole, ma chi gli dà l’ordine non rischia nulla;
  • Moggi è colpevole, mentre la Juve è innocente;
  • Facchetti è morto, quindi è innocente per definizione visto che non può difendersi e controreplicare alle prove contro la sua persona scoperte durante il dibattimento.

A fronte di tutto questo, estraendo a sorte, alcuni imputati sono colpevoli, tipo i Della Valle contro cui non ho capito in tutta sincerità cosa c’è in piedi, altri assolti e pazienza se la Cupola ha all’interno l’uomo, cioè Bergamo, che traffica proprio contro i bianconeri. Fra l’altro De Santis, affiliato o quasi, ci rimette pure, proprio in denaro e addirittura ci rimette la carriera, dunque è il primo caso di associazione a delinquere che va contro se stessa, contro i propri interessi e che addirittura non trae alcun vantaggio (sorteggi regolari, partite regolari) dalle proprie azioni.

Questa è Italialand, non lo vieni a vedere un Paese così?

Advertisment

Ecco l’intercettazione clamorosa Fazi-Bergamo che smonta Calciopoli

Questa non la commento.

Advertisment

Perché penso che l’idiozia nel continuare a credere alla farsa del 2006 abbia raggiunto limiti insostenibili. E perché credo che non ci sia bisogno di alcun commento. Preciso solamente che queste due persone facevano parte della Cupola che aveva permesso – secondo chi a Processo dovrà prima o poi andarci sul serio – alla Juve di vincere i campionati. All’estero ridono, in Italia continuiamo a prenderci in giro da soli.

Fazi: Paolo?

Bergamo: Ecco fatto.

Fazi: Allora?

Bergamo: Ci ho parlato.

Fazi: E’ andata?

Bergamo: Molto, molto, molto, molto esplicito…

Fazi: Ah, co’ Pasquale proprio?

Bergamo: Sì, sì, sì, sì. Ho detto: “Io conto anche sulla tua intelligenza, perché… una telefonata fra me e te”, quindi…

Fazi: E lui?

Bergamo: Sappi che se poi non mantieni la discrezione dovuta le conseguenze le paghi te. Dice “No, no, stai tranquillo, ti ringrazio, ho capito…”. Boh, vediamo cosa fa. La cosa: non chiara, più che chiara.

Fazi: Più che chiara.

Bergamo: Più che chiara.

Fazi: Sei stato proprio chiaro, chiaro, chiaro.

Advertisment

Bergamo: Più che chiaro. E quindi…

Fazi: Uhm, è andata dai… è andata, io son sicura che farà bene…

Bergamo: Speriamo.

Fazi: Eh, non era per lui questa partita, non c’è niente da fare… infatti, quella non è per nessuno, figurati per lui, dopo tanto tempo… ma ringraziamo Dio ci stanno ‘sti 15 punti, però…

Bergamo: Eh ma gliel’ho detto “Hai faticato anni a ritornare lì, cerca di rimanerci”…

Fazi: Il Milan non c’è proprio. Quest’anno la Juve lo scudetto lo vince perché non c’è nessun altro… nessuno! Mamma mia…

Bergamo: Ma sai, il problema sai qual è? Che se stasera perdessero con l’Inter…

Fazi: Mamma mia, che Dio volesse!

Bergamo: … allora poi si riapre, poi c’è la Coppa dei Campioni, gli impegni, gli infortuni…

Fazi: Ma come fa a perdere con l’Inter, che l’Inter è morta?

Bergamo: Eh… stasera giocano senza Trezeguet e senza Del Piero, cioè questi hanno fatto questo campionato senza il centravanti titolare…

Fazi: Te rendi conto? E stanno a 15 punti dalle papabili…

Bergamo: E sai, questi qui, purtroppo… non c’è niente da fare

Fazi: Ma quelli son bravi, son bravi. Questi, quando copri le fasce, la difesa ce l’hai, Buffon c’è… prima o poi pure Zalayeta la butta dentro

Bergamo: Hai capito?

E voi avete capito?

Advertisment